IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tpl, vertice in Provincia con gli enti locali: al via rifinanziamento del trasporto pubblico

Provincia. Gli enti locali dovranno fare la loro parte per sanare il deficit di Tpl Linea sul fronte della risorse assegnate per il trasporto pubblico locale del savonese: 1,3 mln di euro in meno per l’esercizio di attività 2012. E’ quanto è emerso al termine di un vertice che si è svolto in Provincia sulla difficile situazione di Tpl Linea e procedere così al necessario finanziamento del trasporto su gomma per il prossimo anno. Presenti l’assessore provinciale Santiago Vacca e solo 18 dei rappresentanti dei comuni del savonese.

“Per mantenere l’attuale situazione dei servizi sarà necessario aumentare del 40% l’importo versato dagli enti proprietari; ad esempio, – scrive su Facebook il sindaco di Celle Ligure Renato Zunino -, per l’amministrazione cellese sarà di circa diecimila euro di maggiorazione. Si e’ nache definito che nei comuni che non aderiranno verrano tagliati i servizi e questo per equità rispetto a chi aderisce”.

“Celle sicuramente aderirà alla maggiore contribuzione in quanto il trasporto pubblico è un servizio importante in modo particolare per i cittadini meno abbienti. Si tenga conto che la maggiore contribuzione non è dovuto a maggiori spese dell’azienda trasporti, ma ad una diminuzione di intervento economico da parte dello Stato” conclude il primo cittadino cellese.

“Anzitutto trovo positivo lo spirito della riunione voluta dalla provincia – spiega il sindaco di Millesimo, e consigliere provinciale del Pd, Mauro Righello -. L’assessore ha accolto la nostra proposta di riequilibrare il contributo che ogni comune eroga all’azienda”.

“Analizzando i dati emergerebbe infatti che ad oggi esistano sensibili differenze tra comuni con caratteristiche simili, ovvero che a parità di abitanti e corse ci siano comuni che in passato hanno finanziato meno di altri il trasporto pubblico”.

“Una volta che tutti finanzieranno in maniera uguale il sistema, allora si potrà discutere di eventuali aumenti contributivi” conclude Righello.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.