IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tempo di bilanci per Palazzo Sisto, Berruti: “Savona più animata dopo 15 anni, stimolare investimenti privati” foto

Savona. Momento di bilanci di fine anno e proiezioni per l’imminente 2012 anche per Palazzo Sisto. “E’ stato un 2011 non semplice a causa della grave crisi economica in atto. Nonostante ciò, però, la città ha tenuto sia dal punto di vista della coesione sociale, cioè della capacità di risposta ai bisogni dei meno fortunati da parte della rete di servizi pubblici e della solidarietà privata, sia nel suo percorso di sviluppo. Nelgi ultimi 15 anni Savona è diventata più bella e animata. Insomma, è stato un anno impegnativo ma positivo, considerato il contesto. Ora il 2012 deve essere costruttivo” è la sintesi tracciata dal sindaco Berruti.

Il primo cittadino specifica: “Prosegue la trasformazione della città con punto fermo: quello relativo alla tenuta dei servizi pubblici essenziale (dal punto di vista del decoro urbano, cultura, scuola, sport e di tutto ciò che tocca da vicino i cittadini), il sistema del welfare, poi, è importantissimo. Dobbiamo certamente proseguire nella trasformazione della città e nella realizzazione delle opere pubbliche ma senza trascurare i servizi alla persona e gli strumenti in aiuto ai cittadini”.

“Importante – aggiunge – è il trasporto pubblico locale: negli ultimi mesi abbiamo temuto per la tenuta dei conti dell’azienda, ora siamo più ottimisti. Si tratta di un servizio fondamentale erogato da una grande azienda che dà lavoro a centinaia di lavoratori. Lo sforzo di questi mesi è stato quello di assicurare che i servizi pubblici della città fossero garantiti nel 2012 e il lavoro difeso. In questo contensto, gli investimenti privati fanno ovviamente la differenza e noi dobbiamo stimolarli”.

Ci sono gli spazi restituiti alla fruizione cittadina e quelli ancora da riqualificare. “Si completerà nella primavera 2012 il recupero dell’area Metalmetron che era una ferita della città – afferma Federico Berruti – Nasceranno spazi pubblici importanti: lì si crea nuovo centro di attrazione. Grazie a questa operazione, così come a quella di Parco Doria che permetterà ad aziende di collocarsi in nuovi capannoni, noi completiamo riqualificazione di una porzione di città dimenticata. Ne sono lieto perché riqualificazione urbana e rivitalizzazione sociale vanno di pari passo”.

“Per il 2012 puntiamo all’attuazione del Puc, per le opere alla passeggiata di ponente dalle Fornaci a Vado. Bisogna ripensare il centro fisico della città, farlo funzionare. Si apre poi l’anno da concentrare su opere importante, come la cittadella di Legino e il nuovo stadio” dice Berruti. Un nuovo impianto sportivo, quest’ultimo, lungamente atteso, che – sottolinea il sindaco – “sarà una struttura polifunzionale tra 8 e 10 mila posti”. Tra le opere rimarcate, poi, il ponte sul Letimbro (a livello progettuale) e l’Aurelia Bis, sulla quale permangono problemi di progettazione esecutiva.

Quanto alla Margonara, puntualizza il sindaco, “abbiamo preso una decisione chiara, cioè quella di superare quel progetto. Ora vediamo cosa deciderà il Tar e in base a ciò si procederà a ripensare il fronte mare di levante. Bisognerà anche variare il piano regolatore portuale che prevedeva lì porticciolo: favorire lì turismo e qualificazione urbana”.

“Vogliamo anche dare un segnale alle fasce più giovani della popolazione: abbiamo istituito per la prima volta un assessorato alle Politiche Giovanili che, con il Tavolo dei Giovani, sta lavorando a stretto contatto con le associazioni e gli operatori del territorio impegnati in attività rivolte ai giovani; inoltre, con il diretto coinvolgimento dei ragazzi, stiamo promuovendo molte iniziative. Nel 2012 avvieremo anche il servizio di wi-fi in città nonché le attività delle Officine Solimano” spiega l’amministratore.

“Voglio ricordare – aggiunge – le nostre società: Ata, Tpl, Acquedotto; società che rappresentano una ricchezza di tutti i cittadini, che erogano servizi fondamentali, e hanno tutte un bilancio sotto controllo. In questi mesi abbiamo avuto grandi preoccupazioni per il nostro trasporto pubblico, e ora, grazie all’incremento del Fondo nazionale per il trasporto pubblico locale promosso dal Governo Monti, possiamo tirare un sospiro di sollievo. La priorità infatti su questo fronte è doppia: garantire il servizio ai cittadini e garantire la salvaguardia dei posti di lavoro”.

“Chiedere sacrifici è un atto spiacevole per qualsiasi amministratore, ma purtroppo ora non si può limitare pressione fiscale. Dobbiamo spendere in maniera efficiente, attuare risparmi ponderati, e chiedere sacrifici moderati ai cittadini che possono, tutelando le fasce economicamente fragili della città. Spero che la manovra venga percepita come la più equa possibile” osserva il primo cittadino.

Infine, da un punto di vista strettamente politico, Berruti evidenzia: “Abbiamo lavorato un semestre con una coalizione in parte collaudata e in parte rinnovata: bilancio positivo per un gruppo fatto da amministratori appassionati che sentono i problemi della città sulla propria pelle”.

L’elenco dei lavori del Comune di Savona conclusi nel 2011

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Carlo M.
    Scritto da Carlo M.

    Il fermento effettivamente c’è. E’ la corsa a reperire nuove entrate (tasse) per coprire i buchi di bilancio da paura. Buchi che c’erano e ci sono da molto prima della crisi… Ci si è limitati a raccogliere quello che le scorse amministrazioni avevano messo in cantiere nel bene e nel male. Qualcuno riesce per caso a citare una qualsiasi cosa programmata e fatta per intero dall’Amministrazione Berruti dopo 6 anni? Una sola…..? Votate, votate sereni ci dissero un anno fa…..Ecco i risultati. Ma a quanto pare va bene così…