IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Spotorno: nuovo mail server con software libero

Spotorno. Sono completati i lavori di installazione del nuovo Mail Server presso il Comune di Spotorno, basato su sistema operativo open source CentOS. Il nuovo mail server consente la centralizzazione degli archivi di posta dell’Ente, in modo da permetterne il backup e permette una scansione in tempo reale dei messaggi in arrivo con antivirus e antispam. Inoltre é possibie scambiare messaggi fra utenti interni al Comune senza usare le linee esterne ADSL.

“CentOS (acronimo di Community enterprise Operating System) – dice l’assessore all’informatica del Comune di Spotorno Gian Luca Giudice – è un sistema operativo concepito per fornire una piattaforma di classe enterprise per chiunque intenda utilizzare GNU/Linux per usi professionali. Si tratta di una distribuzione Linux che deriva da Red Hat Enterprise Linux con cui cerca di essere completamente compatibile; perciò CentOS può essere una soluzione ottimale per tutti coloro che vogliono ottenere velocemente un sistema GNU/Linux di classe superiore con al seguito innumerevoli vantaggi (sicurezza, stabilità, costo zero per la licenza).

Sui computer delle rete comunale come client di posta elettronica é stato installato Thunderbird. Le sue caratteristiche principali sono la facilità d`uso, la versatilità, la sicurezza e l`ampia possibilità di personalizzazione. Come Firefox, Thunderbird è un software libero, utilizzabile liberamente da chiunque lo desideri, a costo zero. Thunderbird è un moderno programma di posta elettronica in grado di adattarsi anche alle più complesse esigenze di organizzazione: consente di assegnare etichette ai messaggi importanti, eseguire il controllo ortografico sui messaggi in partenza, scegliere le cartelle preferite da visualizzare costantemente e creare filtri automatici per smistare i messaggi di posta.

Questo è il primo passo verso il software libero nella pubblica amministrazione, in cui chiunque, con le opportune competenze, può vedere il codice sorgente, modificarlo, e ridistribuirlo, ma sempre assieme al codice sorgente. Il grande vantaggio del software distribuito secondo queste condizioni è che se qualcuno desidera migliorarlo, può farlo, distribuendo poi la nuova versione. Questa pratica contribuisce ad avere eccellenti programmi, scritti da sviluppatori differenti.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.