IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, braccio di ferro Pd-Idv. Burlando: “Sono sereno, ma se passa emendamento tutti a casa”

Più informazioni su

Regione. L’aula darà la risposta, con i numeri. Martedi, mercoledi e giovedi i riflettori saranno accesi sull’assemblea legislativa regionale. Mentre le voci si susseguono nei corridoi di via Fieschi, alcuni punti fermi emergono nella loro evidenza. La tenuta della maggioranza di Claudio Burlando si misurerà sull’emendamento al bilancio per l’azzeramento degli assessori esterni. Il governatore non intende transigere: la giunta rimane così com’è, granitica e intoccata, a partire da Renata Briano “che ha affrontato due gigantesche emergenze alluvionali”.

Ma l’Idv scalpita e contesta l’egemonia burlandiana, perorando il taglio ai costi ma anche il cambio di poltrone. L’idea, fondamentalmente, è di far saltare i sei stipendi agli esterni (si stima un risparmio milionario) attuando un rimpasto che rimpiazzerebbe tre posti con altrettanti politici, però eletti, che non costerebbero un euro all’ente. La pensano così il capogruppo dipietrista Nicolò Scialfa e Maruska Piredda. Marylin Fusco, che ha già l’assessorato all’urbanistica, non si sbilancia, ma non ci sta ad essere bistrattata: “Ogni volta sono tirata in ballo in polemiche artificiose” (riferimento al polverone, poi chetato, sulla cartolarizzazione degli immobili Asl).

Così il “manuale Cencelli” traspare tra le frasi delle dichiarazioni, ma velatamente, di tutti protagonisti, senza però esternazioni dirette sui rapporti di forza. Ed è chiaro che la partita, al di là dell’ex burlandiano Capurro e di Chiesa, si gioca tra Pd e Italia dei Valori. Burlando dice “sono sereno”, ma allo stesso tempo sbotta: “Vedremo i numeri in aula, non sono disponibile a tagliare gli assessorati di una giunta equilibrata. Trarremo le conseguenze e, se è necessario, si va a casa”. Tradotto: se passa l’emendamento, il governatore è pronto a dimettersi e si va a nuove elezioni. Se non passa, ma incassa comunque il voto di esponenti della maggioranza, l’apertura della crisi politica sarà inevitabile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Resist

    Con tutti i problemi che ci sono, invece di trovare insieme delle soluzione, si pensa a litigare….è veramente incomprensibile.

  2. Scritto da svullo

    Andatevene a casa prima possibile, per il bene di tutti !!!!!!!!!!!!!!

  3. IronMan
    Scritto da IronMan

    Ah ah ah . . . tempi duri per @hitech e @prettydog . . . adesso salvare Fort Alamo diventa difficile, anche sui blog . . . staremo a vedere se Quaini avrà gli attributi per sparigliare le carte sul tavolo . . . ci credo poco.