IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quaini: “L’ospedale di Cairo deve diventare il centro strategico provinciale della Day Surgery”

Regione. “L’ordine del giorno sottoscritto da tutti i capigruppo, in occasione del recente e ultimo consiglio regionale, e nato dopo l’incontro tra gli amministratori della Valbormida ed i consiglieri in presenza dell’assessore Montaldo stabilisce un punto di partenza fondamentale ossia la certezza di avere garanzie a trecentosessanta gradi circa il futuro del nosocomio cairese. Ovviamente è imprescindibile che vengano forniti tutti i presupposti di dotazione organica, efficienza e potenziamento dei servizi di Pronto soccorso, radiologia, e riabilitazione. Il percorso che deve portare a questo secondo l’Idv deve essere incentrato sulla creazione di una day surgery multidisciplinare di eccellenza assoluta e che disponga di un’ampia dotazione di posti letto per consentire un adeguato turn over dei pazienti e la possibilità di effettuare un numero considerevole di interventi di chirurgia generale, chirurgia vascolare, chirurgia plastica, che della mano, ortopedia, ampliando l’offerta anche ad urologia e ginecologia” riferisce il consigliere regionale, Stefano Quaini.

“Bisogna pertanto avere il coraggio di portare avanti una proposta forte individuando realmente Cairo quale centro strategico provinciale del savonese della Day Surgery, proponendo l’attivazione in tale sede del reparto attualmente situato al S.Paolo. E’ strategico mantenere pertanto sulle 24 ore la presenza della reperibilità anestesiologica e chirurgica per le competenze fondamentali di queste professionalità, indispensabili per tutto ciò che attiene all’attività di consulenza non solo in pronto soccorso ma anche nell’ambito intraospedaliero e perioperatorio” continua Quaini.

“Bisogna realizzare il nuovo blocco operatorio ed una rivisitazione architettonico-logistica del pronto soccorso per rendere più agevole l’attività’ degli operatori sanitari dotando i locali di adeguata area triage. Vanno mantenuti gli ambulatori chirurgico, vascolare e diabetologico, garantendo così un supporto necessario per la cittadinanza. Ho proposto un tavolo tecnico allo scopo di mettere nero su bianco tutte le progettualità enunciate e la visita in Valbormida dell’assessore e’ un atto fondamentale per proseguire il confronto con gli amministratori e la popolazione” conclude Quaini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.