IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ponte dell’Immacolta negativo per gli albergatori savonesi: incertezza per le vacanze natalizie

Savona. Un ponte dell’Immacolata assolutamente negativo per gli albergatori savonesi, che hanno registrato un calo rispetto alle consuete giornate festive che anticipano le vacanze natalizie. La poca neve nelle località sciistiche e di montagna facevano ben sperare, invece i dati non sono positivi e sul territorio provinciale, a ponente come a levante, alcune strutture ricettive non hanno neppure aperto.

“Certamente le presenze di questi giorni sono legate quasi esclusivamente alle seconde case, negli alberghi gli arrivi sono stati scarsi ed il trend si può dire generalizzato a tutta la Provincia savonese” sottolinea Franca Cappelluto, presidente degli albergatori savonesi.

Prenotazioni ancora al rilento anche in vista delle vacanze natalizie: “Si prenota ormai all’ultimo momento ed è ancora prematuro fare previsioni, certamente per ora non si registrano molte chiamate, ma aspettiamo…C’è un clima di incertezza su aziende e famiglie riguardo ai contenuti della manovra del governo e questo incide sul nostro settore e sul turismo in generale, soprattutto in vista delle prossime festività” conclude la Cappelluto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da angelo bianco

    E ma ci mancano le ferie con la mazzata e quelle che seguiranno…. ma fatemi il piacere…… Ps cento euro per dormire a Spotorno….

  2. Scritto da Resist

    Nella stagione invernale la Riviera deve offrire nuovi motivi di interesse: sport,
    cultura (archeologia, centri storici, mostre, spettacoli, gastronomia), passeggiate nell’entroterra opportunamente pubblicizzate attraverso la rete dei PARCHI NATURALI.
    Certo bisogna fare i conti con coloro che i PARCHI non li vogliono e con quelli che fanno scappare i gitanti (mercoledì e domenica ci sono le battute di caccia e ho visto con i miei occhi gente che scappava in pieno giorno dopo aver sentito fucilate a breve distanza).
    In Provincia di Savona non vi è obbligo di segnalare dove ci sono battute di caccia….incredibile ma vero.