IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ponente, un polo sanitario su due ospedali: la proposta dei primari

Albenga/Pietra. Salvi, almeno salvo sorprese dell’ultima ora, i quattro ospedali della Provincia di Savona dalla delibera regionale sulla riorganizzazione della rete ospedaliera e di emergenza, tuttavia la linea sarà chiaramente una differenziazione delle specialità e delle funzioni nell’ambito di una stretta integrazione tra i due ospedali del ponente (Pietra-Albenga) e tra il nosocomio savonese e quello di Cairo.

Domani, alle ore 13:00, sarà presentata la proposta di organizzazione degli “Ospedali Riuniti di Pietra Ligure ed Albenga” approvata all’unanimità dai Collegi dei Primari dei due ospedali.

L’incontro si svolgerà alle ore 13.00, presso la Sala Riunioni della Direzione Sanitaria al quinto piano dell’ospedale ingauno.

Illustreranno la proposta Filippo Falchero, presidente del Collegio dei Primari dell’ospedale S.M. di Misericordia di Albenga ed Alberto Artom, presidente del Collegio dei Primari dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Claudio VOLPE
    Scritto da Claudio VOLPE

    Come già espresso precedentemente dal Dott. Falchero, la struttura dell’Ospedale di Albenga presenta una priorità di eccellenza nei confronti di quella di Pietra Ligure per modernità, posizione geografica e possibilità di allargarsi ulteriormente: infatti l’Ospedale ingauno potrebbe sfruttare altro terreno non ancora assegnato (la restante area della Caserma Turinetto che non ritengo giusto restare incolta ed assegnabile chissà quando ad un Polo scolastico che non vuole decollare per tanti motivi). Inoltre l’area già disponibile consentirebbe l’uso di un punto di atterraggio per elicotteri nelle urgenze sanitarie. Per quanto sopra, ritengo che la maggior parte delle specializzazioni ospedaliere trovino “casa” in Albenga, fermo restando che lo storico nosocomio pietrese continui a sopravvivere in strutture ammodernabili e più vicine all’ingresso ospedaliero per evitare disagi di salite e discese soprattutto ad utenti che non dispongono di automezzo nell’attuale meandro di vie e viuzze fra le quali sono disseminati caoticamente i vari Reparti.