IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Ospedale di Albenga: Melgrati scrive ai sindaci ingauni

Martedì e mercoledì prossimo si voterà in consiglio regionale sulla Legge Finanziaria della Regione per il prossimo anno. E’ forse l’ultima occasione prima delle vacanze per far sentire forte la voce del comprensorio albenganese, rappresentata da tutti i sindaci.

Sulla scorta di quanto fatto da tutti i sindaci della Valbormida, che martedì scorso sono venuti in consiglio regionale con tanto di fascia tricolore, a difendere i servizi minimi proposti dall’ospedale di Cairo Montenotte, Vi chiedo una mobilitazione congiunta, per protestare contro l’ipotesi di previsione del piano sanitario provinciale, che mette di fatto in discussione i servizi minimi offerti oggi dall’ospedale di Albenga, al di la e al di sopra degli schieramenti politici.

I vostri colleghi della Valbormida, anche con l’aiuto e il supporto di tutti i consiglieri regionali eletti in Provincia di Savona, di maggioranza e di minoranza, nella riunione di martedì hanno ottenuto, perlomeno a parole, rassicurazione dall’assessore Montaldo. Anche se dovranno vigilare sulle promesse dell’assessore!

Voglio ricordarVi che il piano sanitario provinciale prevede per l’ospedale di Albenga la perdita di Chirurgia, del servizio sette giorni su sette della Rianimazione, ottenuto con fatica anche dopo le mie personali pressioni e interrogazioni in Consiglio Regionale, la chiusura del reparto di Ortopedia, con i medici e il personale paramedico oggi abbandonati a se stessi che non sanno quale sarà il Loro futuro? Reparto che svolge 800 interventi all’anno, di cui 350 di traumatologia, che andranno a ricadere completamente su Pietra Ligure, che sarà quindi a tappo!

Esiste poi un protocollo firmato dai medici dell’Asl che impone il rispetto dei tempi di 24/massimo 48 ore per operare un femore rotto? Sarà possibile rispettarlo, con Ortopedia solo a Santa Corona?
Il previsto declassamento del Pronto Soccorso a punto di primo intervento, con la chiusura notturna, inaccettabile per un territorio che ha articolazioni con l’entroterra e una viabilità complicata, specialmente in estate.

L’assessore Montaldo sostiene che questi reparti sono dei doppioni di Santa Corona, tacendo il fatto che a Santa Corona le liste di attesa sono già intasate, e le operazioni svolte con grande professionalità e soddisfazione degli utenti ad Albenga ne alleviano il lavoro e danno risposte ai cittadini del comprensorio.

Quindi vi chiedo e mi aspetto, su mandato dei cittadini di tutto il Comprensorio Albenganese, una Vostra mobilitazione e una prova di forza e di compattezza, a emulazione di quanto già fatto dai colleghi della Valbormida, senza distinzioni di colore politico, a servizio dei cittadini.

E ricordatevi che potete contare sul supporto di 18.500 e più firme di cittadini, in continua crescita di numero.

La giornata migliore sarebbe mercoledì mattina, costringendo il consiglio regionale a fermarsi per parlare di questo importante e improcrastinabile problema.

Vi ringrazio anticipatamente, e con me vi ringraziano i vostri concittadini, che voi rappresentate.

Marco Melgrati Consigliere Regionale

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.