IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Manovra, tre ore di sciopero nel savonese: proteste nei prossimi giorni di trasporto, sanità, scuola e pubblico impiego

Più informazioni su

Savona. Lunedì 12 dicembre sciopero generale di tre ore con corteo e manifestazione che partirà da piazza Sisto alle ore 9:00 per arrivare fino alla Prefettura di Savona: previsto volantinaggio delle organizzazioni sindacali per spiegare gli effetti negativi della manovra del governo Monti.

L’agitazione riguarderà sia il pubblico che il privato, anche se con modalità differenti da settore a settore. I sindacati del settore edile hanno indetto quattro ore di astensione del lavoro per partecipare alla manifestazione di domani.

Bus e treni saranno invece regolari, con uno sciopero del trasporto già fissato per la data del 16 dicembre. Stesso giorno per la protesta di banche e uffici postali. Pubblico impiego e sanità sciopereranno il 19 dicembre. I dipendenti pubblici e quelli della sanità potranno comunque prendere parte all’assemblea sindacale prevista prevista durante la manifestazione.

Per lunedì 19 dicembre è in programma lo sciopero nei diversi settori della conoscenza per chiedere la riapertura del confronto sulla manovra e renderla più equa. I sindacati confederali della scuola savonese hanno inindetto assemblee unitarie provinciali (2 ore in orario di servizio) lo stesso lunedì 12 dicembre (giorno in cui sciopera il settore privato) col seguente calendario: dalle 8.15 alle 10.15 presso DD SV Colombo (per il personale delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado); dalle 11 alle 13 presso il Liceo Artistico di Savona (per il personale delle scuole superiori).

Intanto, nel pomeriggio di oggi, è arrivata una nota di Autostrade per l’Italia: “Potrebbero verificarsi disagi per uno sciopero generale proclamato dalle organizzazioni sindacali. Saranno comunque garantiti i servizi di assistenza e il funzionamento degli impianti per il pagamento del pedaggio che – si ricorda nella nota – è dovuto per legge”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mariolino

    questi non li capirò mai! oltre ai guai che abbiamo, con tutti gli aumenti che ci portano via anche gli spiccioli, con questi stupidi scioperi si mettono in un terribile disagio proprio quelli che lo prendono in quel posto alla grande e mette ulteriormente in crisi la nostra povera economia. Proprio bravi!!