IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Manovra Monti, Rixi (Lega Nord): “Devastante per i liguri”

Liguria. “La manovra presentata ieri dal Governo rischia di avere un impatto devastante su tutta la società ligure. Siamo la regione più anziana d’Europa e una fra le più alte come proprietari di prima casa. Il mix riforma pensioni ed Ici prima casa risulta cosi per noi una miscela micidiale che ci getterà nella più profonda recessione eliminando la nostra proverbiale capacità di risparmio”. Questo il commento di Edoardo Rixi, Capogruppo della Lega Nord in Regione Liguria sulla manovra finanziaria che il governo Monti si appresta a varare.

“Non solo l’aumento dell’età pensionabile ma anche lo stop alla rivalutazione piena e il passaggio alle pensioni contributive priveranno molti anziani del sostegno economico necessario per poter condurre una vita dignitosa”.

“Se a questo si aggiunge il ritorno dell’Ici-Imu sulla prima casa ed il 60% di rivalutazione degli estimi catastali il rischio è di far collassare l’intero sistema economico in una regione già provata e con scarse capacità di dinamismo imprenditoriale”.

“Il bilancio regionale che stiamo per approvare dovrà essere quindi completamente rivisto, non solo in un’ottica dei tagli ma anche per indicare priorità nel campo del welfare. Per i giovani purtroppo rimarrà poco o nulla e credo che a malincuore in molti dovranno emigrare per trovare un futuro” aggiunge Rixi.

“A questo vorrei solo aggiungere quanto la tanto decantata equità della manovra fa a pugni con la realtà: la rivalutazione degli estimi catastali o l’Ici infatti mentre avranno un forte impatto da noi non avranno effetto quasi in quelle realtà del mezzogiorno dove vi sono oltre 300.000 abitazioni non accatastate e dove le pensioni di invalidità e gli assegni sociali, aspetti non toccati dalla riforma, superano in numero ed in valore quello delle pensioni di anzianità”.

“Finché non si abbasserà la pressione fiscale su chi produce la ricchezza nulla cambierà. Il Paese non tornerà a crescere per magia. E’ inutile aumentare le entrate dello Stato se non si mette mano a quel buco nero di bilancio chiamato Mezzogiorno…” conclude l’esponente della Lega.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.