IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, ragazzo disabile escluso dalla squadra di basket: interrogazione in Parlamento

Loano. Il caso del giovane ragazzo disabile allontanato dalla squadra di basket del Loano è stato discusso oggi in Parlamento con una interrogazione al ministro del Welfare, Elsa Fornero, presentata dal senatore della Lega Nord, Massimo Garavaglia, per il quale è venuto meno il principio di pari opportunità “costituzionalmente garantito”.

La madre del ragazzo, Elisabetta Q., aveva denunciato la vicenda, con tanto di discussione in Regione Liguria. “Mi sono sentita chiudere le porte in faccia – aveva detto la madre del giovane disabile – e soprattutto ho dovuto ingoiare amarezza e delusione. Speriamo che si possa fare davvero chiarezza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. peppeskywalker
    Scritto da peppeskywalker

    mi sembra che troppa gente si stia mettendo in bella mostra sulla pelle di un disabile e di una rispettabile società sportiva….. del resto anche questo è Italia…..

  2. Scritto da dan

    Se ne tornasse a fare l’hostess la Piredda che forse le riesce meglio.Sta ottenendo l’effetto contrario con questo caso.No all’ingerenza della polita nello sport, Si all’autonomia del CONI!

  3. quovadisdomine
    Scritto da quovadisdomine

    Avevo seguito la faccenda all’ inizio avendo, secoli fa, giocato a pallacanestro (non a Loano…) poi, visto che la faccenda era diventata piu’ o meno una questione mediatica, l’ ho lasciata perdere … Comunque dubito che il Loano (ed ogni altra societa’ sportiva…) in futuro non prendano precauzioni prima di tesserare atleti “diversamente abili”… Io, pur non avendo alcun ruolo in societa’ sportive, lo farei …