IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Lega Nord contro lo spostamento del mercato di Alassio: “Avogadro si occupa di pesci rossi e del ritorno della statua di Totò”

Alassio.”La Lega Nord – Sezione di Alassio appoggia in pieno la petizione promossa in queste settimane dagli albergatori e dai commercianti della zona di Corso Europa contro lo spostamento del mercato proposto dal sindaco Roberto Avogadro”. A dirlo è Piero Rocca, già assessore del Comune di Alassio e Segretario cittadino della Lega Nord.

“Negli ultimi tempi, l’amministrazione comunale si è distinta esclusivamente per interventi sui pesci rossi o su questioni non di primaria importanza come il ritorno della statua di Totò, sulla quale il sindaco da mesi prova a cavalcare un’onda mediatica ormai spentasi. Tutto questo mentre la nostra bella città è abbandonata a se stessa, e si portano avanti decisioni sciagurate, come questa del mercato, che peggiorano la vita dei cittadini alassini, anziché portare degli effettivi miglioramenti” riferisce Piero Rocca, già assessore del Comune di Alassio e Segretario cittadino della Lega Nord.

“Ricordo quando il mercato settimanale si faceva in Via Dante”, prosegue Rocca, “con la strada chiusa alla circolazione: con l’aumento del traffico veicolare, già a quei tempi, diventò problematico e quindi impensabile chiudere la strada, così fu spostato in Piazza Paccini, ma anche quella non si rivelò la soluzione giusta, poiché si vennero a creare disagi specialmente agli alberghi nelle vicinanze, nonché ai tanti turisti e visitatori in cerca di parcheggio nel fine settimana. La prima amministrazione Avogadro – quando ancora Roberto Avogadro era di centrodestra, anni prima della sua crisi di identità politica, dei suoi cambi di partito e della assurda obbedienza alla sinistra – fece dello spostamento del mercato in Via Pera il punto vincente della propria opera di governo, grazie alle capacità del dott. Taranto, allora Comandante della Polizia Municipale, e alla grande esperienza del compianto Vice Sindaco Bruno Bizzarrini”.

“Oggi, quasi 18 anni dopo, il sindaco di centrosinistra Avogadro pensa probabilmente che la quantità di automobili sia diminuita rispetto ad allora”, nota ancora, “così si fa promotore di una idea irragionevole pensando di riportare il mercato in centro, chiudendo al traffico una delle due sole strade da levante a ponente, penalizzando drasticamente le attività commerciali presenti, a cominciare dagli alberghi, che ne ricaverebbero una grave ricaduta economica, e con innumerevoli disagi per residenti, turisti, lavoratori, mezzi di soccorso, senza pensare ai problemi che avranno anche gli stessi ambulanti, ma anche i residenti delle frazioni, che avranno serie difficoltà a trovare parcheggio nelle vicinanze del mercato”.

“Ancora una volta, quello che ci lascia più sgomenti sono la faciloneria e la leggerezza con cui questa Amministrazione di sinistra prende decisioni così importanti per la vita dei cittadini, danneggiando imprenditori e lavoratori in un momento di grande crisi per l’economia, solo per il puro gusto di fare cambiamenti e di elemosinare un po’ di quella visibilità di cui godono realtà vicine e meglio amministrate. Come Lega Nord, daremo battaglia alla scelta di Avogadro, che riporterebbe Alassio indietro di decenni: in questo revival del passato, non ci meraviglieremmo se proponesse anche di eliminare la rotonda e ripristinare il semaforo in Via Diaz”, conclude Piero Rocca, Segretario della Lega Nord – Sezione di Alassio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da intermauro

    Dove sarebbero i posti auto a disposizione per i clienti vicini all’ attuale sede del mercato ???? Tu , caro Biagio VANEGGI !!!! In quanto a leccare , carissimo Ciccio , non so dove giri tu , ma sicuramente non nei posti giusti !!!!

  2. Scritto da Biagio MURGIA

    A Intermauro ma dove abiti e dove vivi…… Chiudendo al traffico Corso Europa, le auto in transito dovranno per forza girare in via Diaz, con tutti gli annessi e connessi, cioè blocco dell’aurelia e difficoltà a far scorrere il traffico che, dunque, bloccherà anche la via Dante; inoltre gli albergatori sia del corso che di via Roma non potranno riceve i propri clienti dato che il corso sarà occupato dalle bancarelle e la via Roma dalle auto. Come ha detto CICCIOFORMAGGIO non vi è alcuna miglioria dal punto di vista del raggiungimento a piedi del mercato, anzi, dove è attualmente la gente va più volentieri sapendo di trovare posti auto, ma in corso Europa difficilmente si troverà qualche posto auto in cui fermarsi per poter fare la spesa e questo a tutto svantaggio non solo della popolazione ma anche degli stessi venditori ambulanti….Ne vedremo veramente delle belle…

  3. Ciccio Formaggio
    Scritto da Ciccio Formaggio

    Caro (invece con sentimento) “intermauro”, sicuramente tu sei MOLTO più educato di me, ma anche MOLTO più disinformato o MOLTO più interessato…
    Anche “intermauro” è uno pseudonimo. Il tuo è il classico caso del corvo che dice al merlo “oh, come sei nero!”.
    Io non credo di “sputare” sentenze, gira per Alassio e te ne convincerai. Piuttosto commento DURAMENTE le pirotecniche minchiate di un sindaco che per far parlare di se sarebbe capace di spostare il Municipio sull’isola Gallinara (Albenga permettendo…).
    Comunque tra “sputare” e “leccare” sono convinto della superiorità del primo atto.

  4. Scritto da intermauro

    Caro ( si fà per dire ) ciccioformaggio Io sono uno molto più educato di te
    che NASCONDENDOTI dietro al tuo pseudonimo sputi sentenze alquanto discutibili !!!

  5. Ciccio Formaggio
    Scritto da Ciccio Formaggio

    Intermauro, delle tre l’una:
    o sei un bancarellaro o sei Avogadro o vieni da Marte.
    Per chi abita a Borgo Coscia la distanza è la stessa, così come per chi sta in centro o a Moglio o a Solva.
    Per chi sta alla Fenarina, quartiere più abitato dagli alassini, rimarrà più distante e scomodo.
    Per chi abita in Corso Europa, dove lo “smemorato” vorrebbe portarlo, sarà una tragedia.
    Per chi ha un’attività alberghiera vuol dire che sarà impossibile accogliere degnamente i clienti all’arrivo e farli svegliare al sabato obbligatoriamente di buon mattino (dalle cinque alle sei) all’arrivo dei furgoni degli ambulanti.
    Per chiunque di buon senso chiudere una delle due uniche strade di accesso e scorrimento di Alassio, e spostare centinaia di auto dal centro a chi sa dove, è un’opera di autentica idiozia.
    Per Avogadro è una delle svariate minchiate che lo portano sulle pagine dei giornali locali. Gli stessi suoi accoliti sono convinti della follia ma sanno che contrariare il “montal-cinese” significa andare a casa, e per sempre.
    Ma ne vedremo ancora delle belle…

    P.S.: “attualmente il mercato è ubicato in una zona scomoda e pericolosa per le attività commerciali (!!!)”. Cambia pusher Intermauro, ti fumi roba cattiva!