IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Deliziosa parte per il Giro del Mondo, Canavese: “Tra imbarchi e sbarchi oggi 16 mila persone” foto

Savona. “Tra imbarchi e sbarchi arriviamo a superare le 16 mila persone. Ci sono 250 ragazzi impegnati nel lavoro. Una vista splendida oggi con tre navi”. Il presidente dell’Autorità Portuale, Rino Canavese, sottolinea così la giornata che vede la partenza della Costa Deliziosa per il Giro del Mondo, un itinerario turistico che la compagnia di navigazione ripropone dopo 17 anni.

La circumnavigazione del globo prevede 37 tappe e 250 escursioni. “Cento giorni a bordo? Credo sia dura per me” scherza Canavese. “Oggi in particolare – evidenzia il presidente della Port Authority – è un evento inusuale con la Deliziosa che sta via per 103 giorni e parte proprio da Savona per fare il giro del mondo. Con la partenza dei lavori per la nuova stazione va avanti l’enorme impegno crocieristico: così vedremo fumaioli anche più variegati”.

“Sarà una crociera ultra confortevole – annuncia il comandante Francesco Serra – Si parte per un sogno. Navigheremo in zona tropicale, quindi con bel tempo. Ogni giorno i nostri ospiti, circa 2300, si sveglieranno in un posto incantevole del mondo. La navigazione si potrà seguire in modo totale, anche tramite le webcam”.

Nonostante la crisi, che morde anche il comparto turistico, il settore delle crociere resta gettonato, soprattutto nelle feste di fine anno. La conferma arriva dai dati stessi di Costa Crociere, che registra un trend positivo nonostante le preoccupazioni per un possibile calo dei vacanzieri su nave per il periodo di ristrettezza economica.

La compagnia vede infatti, anche quest’anno, prenotazioni in crescita. Le 14 navi attualmente in servizio della flotta battente bandiera ospiteranno circa 70 mila crocieristi in viaggio tra Mar Mediterraneo, Isole Canarie, Emirati Arabi, Estremo Oriente, Caraibi, Sud America, Oceano Indiano e Mar Rosso.

Per il Giro del Mondo la compagnia ha già messo in vendita, dallo scorso febbraio, lo stesso itinerario anche nel 2013, con partenza da Savona il 6 gennaio e rientro il 16 aprile 2013. Nelle sue varie tappe, Costa Deliziosa toccherà le Americhe, l’Australia, l’Estremo Oriente per poi ritornare verso l’Europa.

Nella tratta “Cristoforo Colombo”, della durata di 28 giorni, da Savona la nave raggiungerà la Francia e la Spagna per poi attraversare l’Atlantico alla volta di Madera, Antille, Colombia, Costa Rica, Canale di Panama, Messico, California. Dalle Americhe l’itinerario “James Cook” porterà poi gli ospiti alle isole Hawaii, Samoa, Fiji, Nuova Zelanda, Australia, sino a Singapore. La terza e ultima tratta, dedicata a “Marco Polo”, toccherà invece Malesia, Thailandia, Sri Lanka, India, Emirati Arabi, Oman e Mar Rosso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. folgore
    Scritto da folgore

    @prettydog53, assolutamente anzi concordo con te sul fatto che nè Savona nè la provincia valorizzano tale rendita non a caso invece di portare i croceristi alle grotte di Toirano ecc li portano a Serravalle o all’acquario.
    Apprezzo molto la tua ultima frase!

  2. Scritto da prettydog53

    non ho capito se il commento di folgore si riferisse anche al mio commento precedente.
    io la vedo solo come occasioni non sfruttate, incapacità di vendere un territorio, sia da parte del comune di savona, sia da parte della provincia di savona.
    abbiamo la fortuna di veder passare milioni di persone e non siamo capaci di farle girare per la città e per la provincia.
    costa fa il suo lavoro, parlando di savona probabilmente l’unico che è contento è canavese con il porto e con i diritti che costa paga. sicuramente intorno al mondo crocieristico ruotano addetti alla movimentazioni delle navi, biglietterie, posteggiatori, hostess. ma oltre a questi forse ci sono solo baretti che fanno panini. basta fare un giro in via paleocapa.
    il servizio del tg3 non l’ho visto. se mi avanzassero trentamila euro questa crociera la farei anche io, senza vergogna.

  3. folgore
    Scritto da folgore

    Ripeto il post già messo su altro articolo per ribadire il concetto:
    Non so a quanti è capitato di sentire il tgR di Rai 3 ieri sera con il servizio sulla Crociera,a me si e una volta in più ritengo il mio canone sprecato per pagare dei propagandisti da 4 soldi che si fregiano del titolo di Giornalisti!
    Invece di sponsorizzare l’evento, dare risalto alla crociera unica nel suo genere tra gli operatori Europei, dare risalto a Savona (capisco che ai genovesi di bassa lega rode parecchio l’aver perso Costa) con cosa se ne escono fuori?”30.000€ quanto il guadagno di un pensionato in 2 anni, di un metalmeccanico in 2 anni, nonostante la crisi che colpisce Fincantieri ed in barba ai problemi dell’Italia 2300 persone con pochi problemi hanno speso tali cifre…bla bla bla…sulla nave pochi camerieri italiani (ridono poco) meglio i filippini sottopagati per servire tali persone senza problemi!”
    Dopo un servizio del genere oltre a provare pena e compassione per il giornalista (eeeehhh!) posso solo dire che capisco come mai la Liguria sia subito dietro sicilia Calabria e Campania come regione, finchè avremo certe mentalità e certi concittadini….!
    Forse sarebbe opportuno che qualcuno ricordasse che quelle crociere muovono un indotto incredibile in termini di materiali da imbarcare a bordo, personale, trasportatori e aziende terze, è opportuno ricordare che TUTTE le navi Costa son state costruite in FINCANTIERI ed è grazie a quelle navi che fino ad oggi si è barcamenata l’azienda!
    Invece di fare stupido populismo che vadano a chiedere spiegazioni al Sig. Messina che fa costruire i mercantili in Corea!
    Bella invece la frase di un signore anziano che si stava imbarcando “Ho lavorato una vita, e fatto sacrifici, per me questo è un premio da sogno, che ho sempre desiderato”!
    Perchè sarebbe opportuno ricordare ai moralisti della domenica secondo cui siccome c’è crisi dovremmo tutti chiuderci in casa scioperare piangere e prenderci a frustate che se uno decide di fare quella crociera i soldi non li ha rubati ma sonoi suoi, se li è guadagnati e li spende come gli pare!
    Invece di guardare come un normale cittadino spende UNA VOLTA nella vita 30.000 che guardassero Mr Balotelli che spende 60.000Sterline a settimana in stravizi e poi toccherà mantenerlo a spese nostre con la legge Bacchelli!!!!

  4. Scritto da prettydog53

    savona non sa valorizzare queste migliaia di persone, milioni da quando costa è a savona.
    fatevi un giro per via paleocapa una domenica con le navi attraccate: gli unici negozi aperti sono quelli dei cinesi e quello asiatico di fronte.
    i giardini sono sporchi, l’aurelia è sempre intasata, strade poco illuminate, bidoni della spazzatura che esplodono.
    mette tristezza. mi metto nei panni dei crocieristi che quando partono e vedono fra le tappe anche “savona” si domandano: savona??