IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Incendio Vado Ligure: “Non intasate la strada, il Presepe Vivente non c’è” foto

Vado Ligure. Quando il borgo era assediato dalle fiamme, molti visitatori non si sono lasciati scoraggiare da bagliori e odore di fumo, ingaggiando via Piave per salire alla frazione di Segno dove speravano di assistere al tradizionale Presepe Vivente. E’ successo nella notte della vigilia di Natale, quando la morsa di fuoco ha stretto la frazione vadese.

Si è creato subito un intasamento di veicoli, arginati dalla barriera allestita da municipale e carabinieri a valle. Ma si potrebbe ripetere stasera. “Il Presepe Vivente non c’è, invitiamo tutti gli interessati a non mettersi in strada per raggiungere Segno, così da agevolare il movimento dei veicoli di soccorso e per l’emergenza incendio” è l’appello degli organizzatori.

Il terribile rogo, che ora si è spostato verso San Genesio, ha carbonizzato le colline intorno a Segno, che necessitano ancora di bonifica. Una sciagura che ha funestato l’abitato proprio nella notte che celebra la Natività.

Ogni anno, nella frazione alle spalle di Vado si svolge “U bambin de cent’anni fa”, ambientato agli inizi del 1900, che vuole riproporre i mestieri e i costumi di inizio secolo: si aprono le porte delle tradizionali “baracche”, le costruzioni all’interno delle quali vengono rappresentati i vari mestieri e le scene di vita quotidiana e si abbandona l’illuminazione elettrica per prediligere lampade ad olio, fiaccole e bracieri, al fine di riproporre l’atmosfera di un tempo.

Nonostante l’emergenza, molti automobilisti si sono messi sulla strada per raggiungere la frazione per assistere all’evento, creando disagio alla circolazione dei mezzi impegnati nello spegnimento del rogo. Da qui l’appello ad evitare di intasare la viabilità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. folgore
    Scritto da folgore

    @gigiG francamente io la notizia dell’incendio a segno l’ho letta alle 17.00 e già da lì se fossi dovuto andare a Segno mi sarei informato comunque si forse era meglio effettuare un blocco prima del paese.

  2. GigiG
    Scritto da GigiG

    no…no…io sono arrivato da Finale Ligure, passando per la Valle di Vado e ti assicuro che vedevi solo un bagliore, e comunque l’ incendio sembrava nell’ altra valle e non sembrava assolutamente così grande, altrimenti non sarei nemmeno salito e come me moltissime altre persone, che poi sono arrivate a Segno, e viste le fiamme sono tornate indietro, ma ti assicuro che a vederlo dalla valle non potevi immaginarti. Ripeto, fino alle 21,30 la strada non era chiusa e la gente saliva, perchè il presepe c’era…

  3. folgore
    Scritto da folgore

    @GigiG beh però bisogna dire che fiamme e fumo si vedevano ben prima del posto di blocco, ci si poteva arrivare con la propria testa che non era il caso di proseguire!
    Solo in Italia bisogna sempre che ci sia “la mamma” che dice ai bimbi cosa fare, poi ci arrabbiamo se veniamo considerati stolti e immaturi all’estero!
    Concordo con te invece sulla punizione esemplare!

  4. GigiG
    Scritto da GigiG

    no..no, non si tratta di imbecilli, ma di gente normale che tornava a casa o molte persone che andavano a vedere il presepe non pensando che la situazione fosse così grave. INVECE LA STRADA è STATA CHIUSA A S. ERMETE ALLE 21,30. E’ PER QUESTO MOTIVO CHE SI è CREATO IL CASINO. LE MACCHINE SALIVANO PERCHE’ NON SAPEVANO. ALLE 21,30 E’ ARRIVATA UNA VOLANTE DEI CARABINIERI CHE HA BLOCCATO IL TRAFFICO…ALLE 21,30, PRIMA NON C’ERA NESSUNO CHE AVVISAVA CHE IL PRESEPE NON C’ERA. ANZI, A SEGNO UN VIGILE URBANO HA DETTO DI PARCHEGGIARE TRANQUILLAMENTE VICINO ALLA SOCIETA’ PER ANDARE A VEDERE IL PRESEPE. SPERO CHE GLI AUTORI DEL ROGO RICEVANO UNA CONDANNA ESEMPLARE…

  5. mugugnolibero
    Scritto da mugugnolibero

    Certo che dover sprecare del personale per fare allontanare i curiosi da la giusta idea della stupidità umana..