IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I genitori di Tomaso si preparano ad un altro Natale senza il figlio: “Passeremo le feste in India, in valigia per lui tanto cioccolato, libri e olio d’oliva”

Albenga. Sarà il secondo Natale senza Tomaso, quello per Euro Bruno e Marina Maurizio e come sempre la gioia per le feste sarà sostituita dall’amarezza e dalla malinconia per non avere accanto il loro figlio in questo periodo dell’anno.

“Abbiamo appena acquistato i biglietti per l’India, partiremo da Albenga il 20 dicembre e rimarremo fino al 10 gennaio. La nostra speranza sarà riuscire a fissare almeno sei o sette colloqui con nostro figlio dal 26 dicembre al 9 gennaio. Prima di allora incontreremo i nostri avvocati e ci recheremo all’Ambasciata per fare pressione sul nostro caso” riferisce Marina Maurizio.

Lunedì 5 dicembre è fissata l’udienza per la richiesta di libertà di cauzione nell’ambito del processo in cui sono coinvolti i due giovani italiani,Tomaso Bruno ed Elisabetta Boncompagni, condannati all’ergastolo per la morte del loro amico Francesco Montis, trovato agonizzante nella camera d’albergo che i tre condividevano a Varanasi e morto poche ore dopo in una disperata corsa verso l’ospedale.

“Il nostro caso è il numero settanta in elenco e sappiamo che lunedì all’ordine del giorno ce ne sono almeno 150. La procedura è molto complessa e non è chiaro a chi viene data precedenza nella discussione delle udienze. I nostri avvocati chiederanno se al nostro caso possa venire data una priorità in elenco. Naturalmente l’esito della richiesta non è importante. Sappiamo benissimo che verrà rigettata perchè agli stranieri non viene concessa e che si tratta solo di un passaggio formale che ci permetterà di fare ricorso alla Corte Suprema per accelerare i tempi del processo e ottenere al più presto una data per arrivare all’Appello” prosegue la madre di Tomaso.

“A Tomaso per Natale porteremo un po’ di cioccolato, i baci di Alassio, libri, caffè, qualche maglietta e del formaggio per integrare la sua alimentazione visto che in India la dieta è rigorosamente vegetariana. Proveremo anche a portare un panettone. Lo scorso anno abbiamo avuto non poca difficoltà per farlo passare. Le guardie sono molto sospettose e temono che alcuni cibi possano contenere veleno. Per questo ne abbiamo dovuto mangiare una fetta noi per farlo arrivare a Tomaso. Inoltre in valigia non mancherà un po’ di olio d’oliva che in India scarseggia ed è molto apprezzato” continua la madre.

“L’ambiente del carcere indiano fortunatamente è abbastanza tranquillo e fra i detenuti non ci sono problemi, c’è molta lealtà, ognuno ha i suoi spazi e le cose degli altri sono rispettate. A Tomaso consegneremo anche un po’ di contanti. In India pranzano nelle baracche seduti per terra. Ci sono due tipi di mense. Una ordinaria e una secondaria in cui i detenuti possono ricevere cibi cucinati un po’ meglio dietro un piccolo pagamento” conclude la madre.

Nel frattempo a casa Bruno l’albero di Natale rimarrà spento. Al posto dei pacchetti colorati ancora una volta la speranza che quest’incubo giudiziario possa finire al più presto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da El Rey del Mundo

    Calma, calma ragazzi, ho notato che avete molte idee contrapposte, e tutte molto condivisibili sotto i vari p’unti di vista. Mi complimento con IVG che offre l’opportunità di scambiare opinioni tramite i post qui pubblicati. L?italia sta varando una legge pro-detenuti all’estero, tra i quali i Marò e appunto Tomaso ed Elisabetta.
    Ad ogni modo non capisco come si possano pubblicare certe nefandezze scritte dall’utente @simo83esse: penso che a questi punti abbia il cervello più fuso di un budino, davvero ridicolo: ah ah ah! @ Simo?? Ma tu fumi??!!!

  2. IronMan
    Scritto da IronMan

    GRazie @Bandito . .

  3. Scritto da il liquidatore

    ricordo che in quelle zone anche la sola detenzione di sostanze stupefacenti viene punita con la reclusione!

  4. Bandito
    Scritto da Bandito

    La penso cpme Ironman

  5. peppeskywalker
    Scritto da peppeskywalker

    Be ad inizio periodo natalizio, criticare i genitori di Tommaso o le scelte di Tomaso, senza pensare al dramma umano che stanno vivendo….. come direbbe il famoso spot televisivo: INDELICATO……………