IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Guarnieri replica ad Avogadro: “Mai permessi di fare paragoni, ma perché nostra superiorità è manifesta”

Più informazioni su

Albenga. “Comprendiamo il disagio di un Sindaco di una città vicina che, in difficoltà, si trova costretto ad aggredire. Ci teniamo tuttavia a precisare che noi non ci siamo mai permessi di confrontare Albenga con Alassio, né di fare comparazioni, né di dichiararci superiori, anche perché la nostra é una superiorità manifesta ed evidente”. Così il sindaco di Albenga Rosy Guarnieri replica alle dichiarazioni del sindaco di Alassio Roberto Avogadro che ha attaccato i media locali per aver sostenuto la superiorità della Città delle Torri rispetto a quella del Muretto.

“Per il buon nome della Città che ho l’onore di amministrare, diffido chiunque, a cominciare dal Sindaco Avogadro, a dichiarare che Albenga si distingue per spaccio di droga: da quando ci siamo insediati, non si ha notizia di delitti o episodi criminosi sul lungo centa, una zona peraltro resa sicura dal sistema di video sorveglianza. Chi fa certe dichiarazioni o è disinformato, o è in malafede, e da questo pulpito è difficile fare ramanzine ai giornalisti, che peraltro si limitano a fare il proprio mestiere con il consueto spirito critico” aggiunge il sindaco Guarnieri.

“Prendiamo atto di questo momentaneo senso di inferiorità del vicino sindaco, ma non gli permettiamo, a lui come a nessun altro, di diffamare Albenga: un buon amministratore deve accettare anche le critiche, e lavorare per migliorare la propria città, così da prevenirne ulteriori in futuro” conclude Rosy Guarnieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da AlbenganeseDOC

    Cari Roberto e Rosy anche stavolta siete riusciti a farla fuori dal buco. Attaccare per difendersi, anche se è un comportamento umanamente comprensibile, non è giustificato quando,particolarmente occupando un ruolo pubblico, si dovrebbe usare un po’ più di cautela e diplomazia per,semmai,voler dimostrare la validità delle proprie decisioni.
    Capisco che il momento economico è tra i più difficili della nostra era, probabilmente non da meno del clima che si viveva durante una guerra in armi, e che quindi una guerra di parole tra “povere” amministrazioni sia la conseguenza ineluttabile quando,avendo vari interessi in comune, si voglia con parole pesanti prevaricare l’altro.
    Suggerirei invece ad ambedue, di utilizzare il proprio tempo, su pensare a come utilizzare, in modo proficuo, le risorse che il nuovo governo vi sta mettendo in condizione di disporre dal prossimo anno, IMU in testa.
    Magari sarebbe piuttosto il caso di capire quanta percentuale applicare, visto la sconsiderata scelta governativa di aumentare indiscriminatamente del 60% le rendite catastali degli immobili, in funzione di quanto si possa tagliare in fatto di spese (MAGARI COLLABORANDO E NON LITIGANDO) nell’approntare servizi comuni alle due o più municipalità.
    Magari collaborando con l’Agenzia delle Entrate per segnalare comportamenti di manifesta evasione ed elusione fiscale, a fronte di disponibilità di beni o fruizione di servizi, per usi e abitudini di cittadini disonesti che possano poi comportare un aggravio di imposte su chi le imposte le paga fino al’ultimo cent.
    Magari divenendo un po’ più attenti sul comportamento dei propri collaboratori, evitando di essere forti con i deboli e deboli con i forti.
    MCari Roberto e Rosy anche stavolta siete riusciti a farla fuori dal buco. Attaccare per difendersi, anche se è un comportamento umanamente comprensibile, non è giustificato quando,particolarmente occupando un ruolo pubblico, si dovrebbe usare un po’ più di cautela e diplomazia per,semmai,voler dimostrare la validità delle proprie decisioni.
    Capisco che il momento economico è tra i più difficili della nostra era, probabilmente non da meno del clima che si viveva durante una guerra in armi, e che quindi una guerra di parole tra “povere” amministrazioni sia la conseguenza ineluttabile quando,avendo vari interessi in comune, si voglia con parole pesanti prevaricare l’altro.
    Suggerirei invece ad ambedue, di utilizzare il proprio tempo, su pensare a come utilizzare, in modo proficuo, le risorse che il nuovo governo vi sta mettendo in condizione di disporre dal prossimo anno, IMU in testa.
    Magari sarebbe piuttosto il caso di capire quanta percentuale applicare, visto la sconsiderata scelta governativa di aumentare indiscriminatamente del 60% le rendite catastali degli immobili, in funzione di quanto si possa tagliare in fatto di spese (MAGARI COLLABORANDO E NON LITIGANDO) nell’approntare servizi comuni alle due o più municipalità.
    Magari collaborando con l’Agenzia delle Entrate per segnalare comportamenti di manifesta evasione ed elusione fiscale, a fronte di disponibilità di beni o fruizione di servizi, per usi e abitudini di cittadini disonesti che possano poi comportare un aggravio di imposte su chi le imposte le paga fino al’ultimo cent.
    Magari divenendo un po’ più attenti sul comportamento dei propri collaboratori, evitando di essere forti con i deboli e deboli con i forti.
    Magari,infine, abbandonando la mira di come fare per essere rieletti nuovamente e mirando, invece, a come fare per ottenere il vero bene della città e dei cittadini.
    agari,infine, abbandonando la mira di come fare per essere rieletti nuovamente e mirando, invece, a come fare per ottenere il vero bene della città e dei cittadini.
    Un fraterno abbraccio….

  2. A lbenga
    Scritto da A lbenga

    Mi chiedo dove viva, Sig.ra Guarnieri, per dichiarare che ad Albenga non ci sarebbero problemi di spaccio…, ha il prosciutto sugli occhi e questo per una, che ha fatto della sicurezza il suo cavallo di battaglia credo rappresenti l’epilogo del fallimento conseguito in un anno e mezzo di guai e stupidaggini varie costellate da inutili e ridicole ordinanze. Purtroppo ha ragione il Sig.Avogadro, qui ad Albenga la situazione è sempre peggio, si è dimenticata (la sig.ra Guarnieri) quando ad esempio l’anno scorso in piazza del popolo i marocchini si sono presi a bottigliate mentre si festeggiava il capodanno !? ..se questo è l’approccio al problema allora questa sig.ra Guarnieri è peggio del suo predecessore Tabbò. Magari l’avessino qui ad Albenga un sindaco come Avogadro !!!!!

  3. gabibbo
    Scritto da gabibbo

    Penso che la sindachessa di Albenga , abbia dei problemi il paragone tra Albenga e Alassio e’ insostenibile sono due realtà diversa , Albenga sara’ piu ricca ma Alassio e Alassio .
    Ricordatevi il detto albenga chi non c’ha da fare non ci venga …..
    Comunque Avogadro fara’ presto a distruggerla avete visto la luminaria … spermatozoi giganti …. ausiliari srl traffico che dopo tre minuti multa …. Ordine del fondaco fare cassa … antani la pioca

  4. il cavaliere
    Scritto da il cavaliere

    Domanda ma il Sindaco di Albenga scherza vero????
    Redazione avete dimenticato di mettere il virgolettato all’ articolo chiaramente.
    Se invece e’ tutto vero siamo la prima citta’ al mondo governata da un Sindaco che viene da Marte!!!!!

  5. Scritto da Paolomad

    Mi vien da ridere, ma li vedete l’ex leghista e la leghista dei giorni d’oggi nonn hanno nulla di meglio da fare. Che tristezza.