IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La foto dei Lettori di IVG.it

Grande successo per i “Village people”, i bambini dell’Adso protagonisti al Salone dei Fiori

Più informazioni su

Villanova d’Albenga. E’ stato un pomeriggio denso di sorrisi e divertimento, con tanta musica e balletti, molti realizzati sul palco, altri improvvisati in mezzo al pubblico fatto di papà, mamme e parenti, comodamente seduti ai tavolini, nell’intento di cogliere i prodigi artistici dei propri figli.

“Tutte le stars per Babbo Natale” al Salone dei Fiori di Villanova d’Albenga hanno fatto colpo su una giuria, presieduta da Dady Lertora e costituta dai rappresentanti delle Forze dell’Ordine (il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Albenga Fulvio Pelusi con il Maresciallo Davide Chiaia, il Comandante della municipale di Villanova Vincenzo Pellitteri, il Comandante del 15° Nucleo elicotteristi Claudio Proietti e il funzionario comunale Fabio Bandini). Votati il miglior balletto, la più bella canzone, la più curiosa e appassionante danza.

Un momento di festa, anche quest’anno sentito e partecipato, oltre che da famiglie, almeno duecento presenti in sala, proprio dai tanti baby cantanti e ballerini dello Zucchino d´Oro, delle Scuole di ballo El Barrio Latino e Danceland e della Scuola Elementare “Muragne” di Ceriale. Ad accompagnarli sul palco, per rompere il ghiaccio, il famoso pr e deejay Mauro Vicari, con la regia di Emiliano Testa. Ginetta Perrone, Francesca Marco ed Emanuela Gesso, volontarie storiche del Centro Aiuto Vita-ingauno, hanno messo insieme tante associazioni di volontariato, ognuna specializzata in un qualcosa di divertente per tutti. E così, insieme a Telefono Azzurro, c’erano Art group, La Rosa di Tulle, l’Associazione Mamme mussulmane, la Ludoteca Girotondo, Top Line e Gocce di riso. Tante anche le leccornie e prelibatezze distribuite da Gusto e Sapori e da Dolcetto e Scherzetto. Registrato un grande spirito di beneficienza prenatalizia con la raccolta di tantissimi doni e regali che, il prossimo 24 dicembre, Babbo Natale consegnerà ai bimbi meno fortunati del Centro Aiuto Vita ingauno. Notevole successo hanno ottenuto i Village people, i veri protagonisti del pomeriggio di festa, con un balletto interamente realizzato dai bambini down con i volontari dell’ADSO.

“Non avere paura, difendi la vita – commenta Ginetta Perrone, Presidente del CAV ingauno – All’inizio della nostra avventura, ad Albenga, queste parole sembravano uno slogan antiquato e fuori moda. Oggi, ci accorgiamo che tante famiglie, al di là di ogni ideologia personale, dicono il loro sì alla vita nascente, aiutandoci prima di tutto a raccogliere roba usata da donare alle mamme in difficoltà che vengono settimanalmente al nostro punto di ascolto in Via Trieste. Ecco perchè giornate di sensibilizzazione come questa sono importanti e sanno andare al cuore del cuore. Grazie ancora al sindaco di Villanova d’Albenga Cassiano e all’assessore Gabriele Piraldo che ci hanno ospitato”.

“I bambini dell’ADSO – commenta Eraldo Ciangherotti assessore ai Servizi Sociali del Comune di Albenga – sono la prova vivente di rispetto incondizionato per la vita, in un’epoca in cui una ragazza sedicenne, incinta da una relazione con un ragazzo albanese appena diciottenne, è stata condannata dal ‘tribunale famigliare’ a scontare la pena di un aborto forzato, tutti, Chiesa cattolica compresa, ben attenti al disagio famigliare per una scelta rischiosa in caso di nascita del pargoletto, ben pochi convinti nella difesa della vita nascente a prescindere, secondo lo spirito di una reale tutela sociale della maternità. Credo che questo pomeriggio di festa possa offrire alle famiglie un punto di riferimento per non sentirsi sole di fronte alla crisi emergente della genitorialità. Unica nota dolente, quando penso all’ignoranza di una Consigliera dell’opposizione comunale di Albenga, che qualche giorno fa si è lamentata dell’uso della posta elettronica istituzionale per la promozione di questo evento tra i Comuni e le Associazioni di volontariato, mi viene in mente quella storica frase bibblica … ‘perdona loro, perchè non sanno quello che fanno'”. Conclude Ciangherotti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.