IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale, trekking sino a Santiago di Compostela e violenza sulle donne: due incontri all’Unitre

Più informazioni su

Finale L. Doppio appuntamento, culturale-religioso e di impegno civile proposto dall’Università delle Tre Età del Finale, per venerdì (16 dicembre). Alle ore 15,30 con “In viaggio sino a Santiago di Compostela” in Sala Gallesio. Per l’Università delle Tre età del Finale Beppe Peretti, noto escursionista del ponente ligure, presenterà le sue diapositive sul proprio trekking sino a Santiago di Compostela.

Un classico pellegrinaggio tra natura e bellezze artistiche sulle orme di San Giacomo e su quelle di milioni e milioni di pellegrini, che nei secoli hanno calpestato quei sentieri per giungere al grandioso Santuario, per impetrare una grazia o sciogliere un voto. Moderno pellegrino, il Peretti ha ripercorso quei passi e con le sue foto farà rivivere la “magia” del mix di fede, di bellezza e di speranza provato nel camminare da solo o con tanti altri pellegrini del XX secolo, sino a giungere alla meta. Una meta che non è solo un “traguardo” fisico, ma anche psicologico e filosofico. Introdurrà Graziella Frasca Gallo.

Alla sera, alle 21, si terrà invece una “Conferenza sulla violenza alle donne” dopo le manifestazioni in tutta Italia di 100.000 donne del movimento “Se non ora quando”. Relatore sarà l’avvocato Giorgio Finocchio. “Nei paesi islamici la vita delle donne è in mano ai maschi, e da noi? Lo stupro era (ed è?) semplicemente un atto di possesso? Solo nel 1996 la legge italiana ha abrogato il reato di libidine violenta, tramutando in delitto contro la libertà personale. Sino agli anni sessanta la congiunzione violenta con il coniuge non era considerata violazione della persona. Con la modifica di legge del 1996 viene (finalmente) proclamata la libertà dell’individuo” spiegano gli organizzatori dell’incontro.

“La cronaca dei giorni nostri purtroppo, conferma che c’è ancora molta violenza sulle donne (anche sottoforma di ricatto ‘morale’). Le donne devono, ulteriormente, prendere coscienza dei loro diritti come esseri umani, e non solo come donne. Non dobbiamo più subire ricatti di ogni genere (sessuali, morali, sul lavoro, etc.) e per farlo dobbiamo conoscere meglio le leggi ed i loro contenuti. Una conferenza di estremo interesse, ed assolutamente da non perdere, per tutte le donne e per gli uomini dotati di intelligenza e sensibilità. Conoscere vuol dire anche ‘poter’ fare ed agire con buon senso di fronte ai fatti della vita” concludono i promotori della conferenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.