IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Feglino ricorda Fossati, il vigile del fuoco morto in servizio un anno fa foto

Orco Feglino. E’ passato un anno dalla morte di Ermano Fossati, il vigile del fuoco che nel dicembre 2010 perse la vita sul Colle del Melogno schiacciato dalla camionetta guidata da un collega, slittata a causa della lastra di ghiaccio sull’asfalto.

Oggi alle 17 nella chiesa di Feglino, il capo squadra dei pompieri di Finale Ligure sarà ricordato con una messa cui parteciperanno, fra gli altri, il comandante Arturo Antonelli e il vice Pietro Raschillà, insieme a familiari, colleghi e amici. Come nella cerimonia funebre dell’anno scorso, le note del silenzio saranno suonate dal mandolino del collega e amico Carlo Aonzo.

Ermano Fossati, 52 anni, era molto noto nel comprensorio finalese non solo per il suo servizio come pompiere, ma anche per il dinamismo nelle attività di Orco Feglino, suo paese di residenza. Era stato nominato nel ruolo dei vigili del fuoco il 22 marzo 1984 ed assegnato al comando provinciale di Imperia. Il primo gennaio 1995 aveva assunto la qualifica di capo squadra e dal primo agosto 1996 era stato assegnato al comando provinciale di Savona. Il primo gennaio 2006 aveva assunto la qualifica di capo squadra esperto. Quattro mesi dopo il fatale incidente sarebbe andato in pensione per raggiunti limiti di servizio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Resist

    Condivido in pieno le parole di mr.ivo

  2. .
    Scritto da mr.ivo

    Onore e rispetto senza mai dimenticare.