IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Equitalia Albenga, Melgrati: “Vergognose e bibliche le attese agli sportelli per carenza di personale”

Albenga. Diario di una odissea questa mattina per il pagamento di una mora da 20 euro su una marca da bollo per il Comune di Albenga. “Questa mattina mi sono recato alla Agenzia delle Entrate di Albenga per il pagamento di una mora da 20 euro su una marca da bollo; all’Agenzia delle Entrate tutto bene: efficienza allo sportello informazioni, velocità nel personale che espleta la pratica, poi il dramma: il rinvio per il pagamento allo sportello Equitalia di fronte. Si prende il biglietto con il numerino, come all’ASL, e si guarda quale è il numero chiamato, due sportelli attivi, numero preso 77, numero chiamato all’ingresso negli uffici 59 e poi una ora e mezza ad aspettare il proprio turno per pagare una mora da 20 euro. Se ci fosse stato ancora in carica il Governo Berlusconi avrei chiamato il ministro Brunetta, ma oggi chi chiamo, il direttore di Banca Intesa-San Paolo, referenti del Governo Monti? Problemi di burocrazia o disorganizzazione?” riferisce il consigliere regionale Pdl, Marco Melgrati.

“Quando finalmente è il mio turno, faccio presente ai gentilissimi e solerti addetti allo sportello che non è possibile attendere una ora e mezza per una stupidata, ma nemmeno per il pagamento di un importo più serio, mi rispondono che manca il personale, probabilmente alla direzione di Equitalia pensano di sfruttare al massimo la capacità e professionalità del poco personale presente, causando di fatto questo disservizio. Già una persona non va volentieri in Equitalia, perché deve pagare tasse, multe o similari, ma se deve anche subire code infinite, è veramente triste. Non sarà che la bomba nell’ufficio di Equitalia (per fortuna non ad Albenga) è stata messa da qualcuno esasperato (un poco dalle tasse, un poco dalle code)? E’ una battuta, ma la presenza di un carrello della spesa che sembrava abbandonato ha scatenato questa mattina la psicosi, fino al ritrovamento della legittima proprietaria, che aveva appoggiato il carrello della spesa in un angolo” prosegue Melgrati.

“Scriverò una lettera alla direzione Regionale e Nazionale, nonché all’associazione dei consumatori, per protestare contro questo disservizio, causato dalla penuria di personale impiegato, rispetto alla mole del volume di lavoro, (veramente tanto, basta guardare i numeri del fatturato dell’ufficio di Albenga) e pretendere una soluzione” conclude Melgrati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giasone

    le code agli sportelli sono solo una punta dell ‘hiceberg vergogna di equitalia
    i sequestri compiuti da semplici funzionari dell’ ente non da personale del tribunale sono semplicemente degli abusi legalizzati da un criminale come visco e proseguti dai suoi avidi sucessori
    l’unici risultato che ottengono e quello di mettere in mano alle organizzazioni mafiose una miriade di piccole imprese fra qualche anno un magistrato genio scoprirà il fenomeno

  2. Scritto da mariolino

    alla posta di Albenga 3/4 d’ora per fare una raccomandata! Ne sono certo perchè diretto interessato, Un’altra vergogna tipicamente italiana.

  3. Scritto da number6

    Concordo in pieno. prendono la gente per stanchezza. e poi, guai se ti manca un foglio!