IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Emergenza e paura a Segno, paese circondato dalle fiamme: famiglie evacuate foto

Più informazioni su

Vado Ligure. Inferno di fuoco nella notte di Natale a Segno. Il paese è letteralmente circondato dalle fiamme provocate da un incendio boschivo che si è originato nelle prime ore del pomeriggio e che, alimentato anche dal forte vento, non riesce ad essere domato. La frazione del Comune di Vado è in pieno stato di emergenza: il sindaco Attilio Caviglia ha dato ordine di evacuare le abitazioni.

Al momento vigili del fuoco, uomini della protezione civile, volontari da Celle e Varazze, agenti della polizia municipale e forze dell’ordine stanno procedendo a far sgomberare l’abitato, ormai minacciato molto da vicino dalle fiamme. Doppio il fronte dell’incendio: uno coinvolge la parte alta di Segno, l’altro sta crescendo più in basso nella località Ponte dell’Isola. Il rogo, al momento, non riesce ad essere domato ed è in continua espansione tanto che è già stato chiesto l’intervento dei vigili del fuoco di Cuneo.

Molti gli anziani già evacuati. Anche il sindaco di Quiliano Ferrando si sta attivando per contribuire ad accogliere le famiglie sfollate: il palazzetto dello sport è già stato aperto ed è pronto, se necessario, ad essere utilizzato come “ricovero”. Altri punti di accoglienza sono stati messi in piedi nel pallone dei giardini a mare di Vado e nelle società della Valle vadese e di Sant’Ermete. In tutto sono stati allestiti un quarantina di posti letto.

Intanto alcune vie di Segno, come via Bixio, sono già devastate dal fuoco. Nella parte alta del paese due auto sono state distrutte dalle fiamme, così come diverse fasce e le pareti di alcune case sono già annerite dal fumo. La circolazione verso Segno è stata chiusa: tutti i veicoli vengono bloccati a Sant’Ermete.

Mentre l’evacuazione procede il fronte, alimentato dalle raffiche di vento e dal sottobosco che brucia facilmente, è in crescita costante. L’incendio si sta spostando verso la zona di “campo dei francesi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. folgore
    Scritto da folgore

    @Marco69 lungi da me voler fare sterile polemica, purtroppo tutto quello che cito è visto con i miei occhi, l’auto parcheggiata lascia il tempo che trova io mi riferivo alla vista degli agenti se così li posso chiamare all’interno dei bar.
    Riguardo la fiaschetta non so se l’auto fosse la vostra trovandomi in Valbormida tra Calizzano e Millesimo ma ti garantisco che l’ho vista con i miei occhi e non credo fosse lì come deodorante per auto.
    Ti posso altresì dire che mentre un mio amico veniva multato perchè aveva parcheggiato la moto da cross su di un prato (giustamente la legge va fatta rispettare) nessuno di loro si accorgeva del taglio indiscriminato di alberi in un lotto poco distante da lì, dove venivano sotterrati i ceppi degli alberi “illegalmente” abbattuti, se non dopo denuncia del vicino, eppure la strada passa poco distante.
    Riguardo l’abuso edilizio ero presente personalmente quando è stato fatto notare ad un vostro mezzo che transitava in loco che veniva realizzata una costruzione in zona vincolata, ahimè la persona che ha segnalato si è vista completare la costruzione senza che nessuno tornasse nemmeno a fare dei rilievi, e questo non lo dico per polemica ma nell’interesse di chi come te fa onestamente il proprio lavoro.
    Io ti rinnovo il mio plauso per essere ligio al tuo dovere ed esercitare la professione al meglio purtroppo dovrersti trasmettere tutto questo anche ai tuoi colleghi perchè ripeto non tutti sono così.
    @Resist, ” i VERDI NON ostacolano la pulizia dei boschi” capisco che per difendere la causa saresti disposto a disconoscere anche chi ti ha generato ma la catena umana davanti al FiatAllis di una nota ditta di scavi finalese in zona Calvisio dopo l’alluvione del 1992 me la ricordo bene e ricordo bene la bandiera che campeggiava ed i vlti di tuttu gli iscritti al partito dei VERDI che impedivano venisse continuata la pulizia dell’alveo!Almeno abbiate il coraggio delle azioni che fate!
    “Tutti i Paesi della fascia nord europea hanno dei Partiti VERDI molto forti e i temi ambientali sono molto più sentiti” esatto hai centrato in pieno il problema lì i temi sono più sentiti ma soprattutto i verdi VERI non si oppongono a tutto!
    Lì si fanno impianti eolici (senza addurre scuse come disturbo della quiete naturale, delle migrazioni, impatto ambientale ecc), lì si fanno termovalorizzatori, lì si fanno dighe ed impianti irdoelettrici, lì si fanno centrali a biomasse (non come qui dove vi opponete vedi Calizzano), lì si fanno biodigestori,…devo continuare?

  2. Scritto da Resist

    @Marco 69,
    grazie per il tuo lavoro che, come sappiamo,si svolge in condizioni difficilissime, anche per l’ottusità di chi ci governa.
    Grazie per aver chiarito che i VERDI NON ostacolano la pulizia dei boschi.
    Anzi, da sempre chiedono una gestione corretta del patrimonio verde ligure, quotidianamente sotto attacco.
    Tutti i Paesi della fascia nord europea hanno dei Partiti VERDI molto forti e i temi ambientali sono molto più sentiti.

  3. Scritto da Marco69

    Caro Folgore, non so da dove digiti, il defender che vedi se sei a Finale Ligure probabilmente è il nostro, ma al bar non ci vado, lo parcheggiamo li perchè per andare in Comune all’urbanistica o dalla Polizia Municipale non ci sono altri parcheggi e sfruttiamo quello dei Vigili.
    Per il resto di abusi edlizi basta segnalarli, ti posso assicurare che non imboschiamo nulla, la carta canta senza ogni dubbio, con due persone in organico i miracoli non li facciamo e me ne dispiace, son sicuro che molti mi scappano ma non posso farci nulla la situazione è questa.
    Per quanto riguarda la fiaschetta del vino ti comunico che io e il mio collega siamo astemi e non fumiano neppure quindi nemmeno i 5 minuti per la sigaretta perdo.
    Comunque al di la di sterili polemiche sono sempre disposto al confronto civile, anzi se un giorno ti fai riconoscere ne parliamo, o meglio mi vieni a trovare in caserma facciamo quattro chiacchere da persone civili e ti offro un caffè della macchinetta!!!

  4. Scritto da Mauro Brunetti

    caro Folgore mi creda qualcosa sta cambiando e ci sono tante persone di buon senso che la vedono come me. Come in tutti i passaggi la strada è lunga e difficile ma ci stiamo lavorando. Purtroppo scontiamo un’eredità pesante che ci fa vedere come il fumo negli occhi ma ce la possiamo fare.

  5. folgore
    Scritto da folgore

    @Resist ” finanziamenti per la Protezione Civile nel 2011 sono stati ridotti del 9%. Dal 2006 sono stati ridotti complessivamente del 50%.” bravo vallo a spiegare allora al tuo amico @Hi-tech,a lui la plume che veodno la PC come fumo negli occhi!
    Magari queste cose dille quando costoro mi attaccano nei vari post invece di tacere ed uscire fuori solo in queste occasioni tanot per fare sempre la solita becera politica antigovernativa (ti annuncio che il premier è cambiato da un mesetto!).
    Ricordiamoci della PC anche quando non ci sono gli incendi non che la si attacca sempre si denigra il loro lavoro ma in queste occasioni tutti a leccare le terga…!
    @Mauro Brunetti leggo con ammirazione il suo post e mi congratulo con lei perchè dimostra che c’è ancora qualcuno dotato di senno, mi rammarico solo che faccia parte dei VERDI, fazione oramai solo politica che sostiene le lobby del solare e compagnia con comportamenti scellerati.
    Le ricordo che chi si incatenava contro la pulizia degli alvei Finalesi, chi si batteva contro lo sfoltimento boschivo in Valbormida, chi si batteva contro la regolamentazione dei capi (cinghiali e caprioli) che creavano danni enormi all’ecosistema, chi si batteva contro la realizzazione delle strade forestali utilissime in caso di incendio o come tagliafuoco erano coloro che si celano dietro il simbolo dei VERDI.
    Mi auguro che possano essere molti oltre a lei a pensarla così e diate una sterzata al modo di agire dei dirigenti di tale partito!