IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Consiglio regionale, via libera dopo lungo dibattito al bilancio 2012

Regione. Con 24 voti a favore (centro sinistra) e 13 contrari è stato approvato il bilancio 2012 della Regione Liguria, dopo un lungo e tormentato iter e dibattito in Consiglio regionale.

Tra gli emendamenti approvati, uno proposto da Luigi Morgillo (Pdl) che prevede una ulteriore proroga su progetti edilizi già presentati per evitare che siano stravolti da norme intervenute successivamente. Durante l’esame e la votazione degli articoli della Finanziaria sono stati respinti diversi emendamenti dell’opposizione.

Ritirato un emendamento proposto da Ezio Chiesa (Gruppo misto) sulla sicurezza sul lavoro, dopo che il Presidente della Giunta Claudio Burlando ha chiesto di affrontare il tema, data l’importanza, in un provvedimento specifico in collaborazione con gli assessori alla salute, all’edilizia e al lavoro ascoltando anche i soggetti interessati.

Nel dibattito sugli ordini del giorno sono intervenuti anche: Francesco Bruzzone e Edoardo Rixi (Lega Nord Liguria – Padania), l’assessore al bilancio Sergio Rossetti, Gino Garibaldi (Pdl), Marco Melgrati (Pdl), Ezio Chiesa (Gruppo misto).

Approvati anche diversi ordini del giorno, tra cui uno a firma di Gino Garibaldi (Pdl) che riguarda i tassisti e impegna la Giunta ad “attuare tutte le azioni necessarie per far sì che siano eliminati tutti gli oneri relativi alla procedura di accertamento dei requisiti di idoneità all’esercizio del trasporto di persone mediante servizi pubblici non di linea”.

Con 24 voti a favore (centro sinistra), 12 voti contrari è stato approvato il disegno di legge “Disposizioni collegate alla legge finanziaria 2012”. Il collegato è una sorta di disegno di legge “omnibus” riferito alle leggi attualmente finanziate attraverso il bilancio regionale. La norma approvata modifica una serie di leggi regionali, soprattutto per gli aspetti tecnici, per aggiornarle e adeguarle a interventi normativi nazionali ed europei più recenti, come ad esempio la norma sul commercio.
Tra i punti più rilevanti la norma sul cosiddetto definanziamento, che riguarda risorse originariamente discrezionali o altre risorse non utilizzate che vanno a costituire, per il 90%, un “Fondo di rotazione per lo sviluppo e la coesione” appositamente creato per far fronte a interventi previsti nel programma attuativo regionale Fas 2007-2013. Il restante 10% delle risorse è destinato a interventi infrastrutturali urgenti nei Comuni liguri.

La norma inoltre proroga i termini per i progetti non conclusi delle comunità montane soppresse, in attesa che siano individuati i nuovi soggetti attuatori. Approvati alcuni emendamenti dell’Ufficio di presidenza e della giunta.

Nel dibattito sono intervenuti, fra gli altri, Edoardo Rixi (Lega Nord Liguria –Padania) Marco Melgrati (Pdl), Ezio Chiesa (Gruppo misto-Liguria Viva), Sergio Scibilia (Pd). L’ordine del giorno Scibilia, che impegna la giunta ad assumere una adeguata azione nei confronti di Anci ligure e dei comuni per giungere in tempi rapidi al superamento anche da un punto di vista delle procedure della lunga vicenda dei condoni edilizi, è stato approvato.
E intervenuto Edoardo Rixi (Lega Nord Liguria- Padania) dichiarandosi a favore dell’ordine del giorno.

La discussione del bilancio di previsione per l’anno finanziario 2012 della Regione Liguria ha avuto un iter tormentato infatti Ezio Armando Capurro (Noi con Claudio Burlando) ha posto una questione di legittimità che è stata ritenuta di un qualche possibile fondamento da parte di molti consiglieri di minoranza e che ha portato ad una sospensione, votata all’unanimità dall’Assemblea, della discussione sul bilancio. La seduta poi è ripresa, non ritenendo valide le osservazioni di Capurro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.