IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Consiglio regionale, approvate le cifre del bilancio 2012: dibattito su assessori esterni, fiscalità e Imu

Più informazioni su

Regione. Il bilancio 2012 ammonta a 7.396,8 milioni di euro in termini di competenza e 11.741,8 milioni di euro in termini di cassa. Gli stanziamenti previsti area per area sono i seguenti.

Per l’Area Istituzionale 34,3 milioni di euro. La Programmazione comunitaria, statale, regionale dispone di 402,8 milioni di euro. La gestione del Territorio ha stanziamenti per 3,4 milioni di euro.. L’Ambiente dispone complessivamente di uno stanziamento di 11 milioni di euro. Per le Infrastrutture lo stanziamento complessivo è di 1,4 milioni di euro.

La Mobilità e i Trasporti sono finanziati con 207,4 milioni di euro. L’Edilizia dispone di 14,9 milioni di euro. L’area Sicurezza ed Emergenza che comprende tutte le attività di prevenzione di eventi calamitosi nonché gli interventi destinati a fronteggiare l’emergenza, il ripristino e il ritorno alle normali condizioni delle attività, delle opere e dei luoghi colpiti dalle alluvioni ha uno stanziamento di 74,5 milioni di euro, 18,1 milioni per le spese correnti, 13,7 milioni di euro per le spese in conto capitale e 42,7 milioni di euro per il rimborso di quote di capitale di mutui, con oneri a carico dello Stato. La Sanità dispone di uno stanziamento complessivo di 3.283 milioni di euro destinato per 3.125 milioni al finanziamento di spese correnti, per 153 milioni ad investimenti e per 4 milioni al rimborso delle quote capitale dei mutui a ripiano dei disavanzi pregressi.

L’area Persona, Famiglia, Associazioni è finanziata complessivamente per 38,9 milioni di euro. Per Istruzione, Formazione, Lavoro sono stanziati complessivamente 35,3 milioni di euro quasi tutti destinati per spese correnti.

Cultura, Sport, Tempo Libero dispongono complessivamente di uno stanziamento di 7,1 milioni di euro. Agricoltura, Economia Montana dispongono di 7,6 milioni di euro. Gli stanziamenti dell’Area Industria e Piccola e Media Impresa ammontano a 1,3 milioni di euro di euro.

Gli stanziamenti dell’Area Commercio, Fiere e Mercati ammontano a 2,5 milioni di euro. L’Artigianato presenta stanziamenti per 100 mila euro di spese correnti. Il Turismo dispone complessivamente di 9,1 milioni di euro distinti in 3,8 milioni di spesa corrente e 5,3 milioni di spesa in conto capitale.

L’Area Gestionale riguardante in modo particolare le risorse umane, le spese di funzionamento, le deleghe agli Enti locali, le partecipazioni regionali ed operazioni a carattere tecnico-finanziario dispone di 627 milioni di euro. Tale area comprende gli stanziamenti destinati al funzionamento dell’Ente, all’acquisto di beni patrimoniali, alle partecipazioni regionali, alla copertura degli oneri dei mutui e delle altre forme di indebitamento; ai fondi speciali per il finanziamento dei provvedimenti legislativi da adottare, ai fondi di riserva e fondi perenti e alle restituzioni allo Stato e alla UE.

All’unanimità è stato approvato l’ordine del giorno, sottoscritto da Nicolò Scialfa, Stefano Quaini e Maruska Piredda dell’Idv e Ezio Chiesa del Gruppo misto – Liguria Viva), Armando Ezio Capurro (Noi per Claudio Burlando) con il quale si impegna la giunta a riferire al consiglio regionale, in tempi rapidi, la proposta di un programma che porti all’acquisto e alla sostituzione degli immobili in affitto, attraverso l’accensione di mutui.

In attesa che l’assemblea legislativa modifichi lo statuto e produca un nuova legge elettorale con la riduzione del numero di consiglieri e assessori e conseguentemente assessori esterni, si chiede alla giunta e al presidente di valutare in piena autonomia e con le prerogative che la legge attuale assegna al presidente, la possibilità di ridurre i costi degli assessori esterni che gravano sul bilancio del Consiglio regionale, anche attraverso l’inserimento, per maggiore trasparenza, delle somme necessarie sul bilancio generale della Regione Liguria.

Nella discussione sono intervenuti: Armando Ezio Capurro (Noi con Burlando), Luigi Morgillo (Popolo della Libertà), Marco Melgrati (Pdl), Nicolò Scialfa (Idv), Edoardo Rixi, Matteo Rosso (Pdl), Aldo Siri (Liste civiche per Biasotti presidente), Gino Garibaldi (Pdl), Mattero Rossi (Sel), Alessandro Benzi (Federazione della sinistra), Ezio Chiesa (Gruppo misto Liguria Viva).

Respinto un ordine del giorno di Edoardo Rixi (Lega Nord) con il quale si impegnava la giunta a garantire indennità e altri impegni retributivi, qualora non siano rimossi, mediante il bilancio della Regione Liguria, limitatamente alle spese di gestione della Giunta regionale, senza inficiare quindi il bilancio del Consiglio regionale o altre voci di spesa.

All’unanimità è stato approvato un ordine del giorno (primo firmatario Edoardo Rixi, Lega Nord) con il quale si chiede alla giunta di attivarsi al fine di adottare ulteriori affinchè venga destinato ai Comuni l’intero gettito dell’imposta municipale propria, tornando all’originaria ratio della norma istitutiva dell’IMU, ch eponeva i Comuni stessi come unici beneficiari delle imposte sugli immobili.

All’unanimità è stato approvato un ordine del giorno (primo firmatario Edoardo Rixi, Lega Nord) con il quale si chiede alla giunta di attivarsi presso governo affinchè prenda in considerazione la possibilità dell’applicazione di un sistema di Federalismo portuale per la Liguria al fine di trattenere sul territorio una parte del gettito fiscale generato dai traffici dei nostri porti.

Approvato all’unanimità un altro ordine del giorno di Edoardo Rixi (Lega Nord) che impegna la giunta a valutare gli effetti applicativi delle disposizioni sulla tassazione della prima casa per adottare ulteriori azioni normative per prevedere una detrazione ad hoc dell’imposta municipale sulla prima abitazione di un ulteriore 50% e relativa ai soggetti disabili gravi non autosufficienti, casi come individuati dalla legge 104 del 1992.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.