IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Consiglio regionale, abolizione delle Comunità montane: botta e risposta Rixi-Barbagallo

Regione. Con un’interrogazione Edoardo Rixi (Lega Nord Liguria – Padania) ha chiesto alla Giunta in che modo la Regione ha assistito le amministrazioni locali già facenti parte delle Comunità montane in questo delicato periodo di passaggio di funzioni e in che modo abbia ottemperato alla disposizione legislativa attinente la costituzione di “sportelli per il territorio”.

Rixi ha detto: “Molti sindaci dell’entroterra ligure lamentano gravi disagi nel garantire i servizi che prima venivano erogati dalle Comunità montane. Secondo la legge regionale 7/2011, che ha soppresso le Comunità montane, a partire dal 1 maggio 2011, per le funzioni già svolte dalle Comunità montane e dai Consorzi di Comuni, la Regione si sarebbe impegnata a istituire “sportelli per il territorio” in grado di dare immediata ed adeguata consulenza all’utenza”. Rixi ha quindi chiesto a che punto è l’allestimento dei citati sportelli.

L’assessore all’agricoltura, Giovanni Barbagallo ha risposto: “Ho fatto quanto era possibile per evitare al minimo i disagi – ha detto – Abbiamo quindi provveduto all’istituzione di quindici sportelli, e complessivamente 59 addetti dipendenti trasferiti dalle ex Comunità montane. Gli sportelli sono localizzati a Sanremo, Dolceacqua, Imperia, Pieve di Teco, Albenga, Finale Ligure, Millesimo, Savona, Campo Ligure, Busalla, Montebruno, Cicagna, Borzonasca, Sesta Godano, Sarzana e mantengono i contatti con il territorio, come articolazione dell’Ispettorato agrario regionale. Il nostro sforzo organizzativo è stato immediato. Per quanto riguarda i servizi svolti a suo tempo dalle Comunità Montane, si sta lavorando per trasferirli a Consorzi o Unioni di Comuni. E’ prevista una somma da utilizzare per incentivare la nascita di Consorzi o Unioni”.

Rixi ha sottolineato la necessità di monitorare la formazione di Unioni o Consorzi, per non lasciare soli i Comuni in questo delicato passaggio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.