IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cartiera di Ferrania, parte l’iter con la richiesta dell’AIA

Più informazioni su

Cairo. Primi passi per l’iter autorizzativo in merito alla realizzazione della nuova cartiera di Ferrania. La società ha infatti presentato alla Provincia di Savona istanza per ottenere il rilascio dell’Autorizzazione Integrata Ambientale per il nuovo stabilimento, che avrà sede nel magazzino prodotti finiti di Ferrania.

L’investimento per il nuovo sito produttivo è stimato in 15 milioni di euro e prevede oltre 40 addetti. La società, del gruppo Carrara, rappresenta uno dei più importanti soggetti imprenditoriali del mercato dei prodotti in carta di largo consumo, denominato AfH (away from home), dai rotoli industriali ai piegati dai tovaglioli, alle carte igieniche (fatturato di 200 milioni di euro).

Previste le nuovissime linee continue da 1.000 q/giorno per la produzione di carta Tissue. Il complesso produttivo, costituito da macchine di ultima generazione a bassissimo consumo di energia ed acqua, ed altissima produttività, per competere su un mercato internazionale, verrà installato nell’ex “magazzino prodotti finiti” di Ferrania Technologies e si avvarrà di tutte le sinergie offerte dal sito industriale di Ferrania.

Il gruppo Carrara si identifica con il gruppo Industriale Cav, guidato da Mario Carrara e figli, con una tradizione imprenditoriale molto forte e consolidata nel tempo di molte generazioni. Particolare attenzione è stata sviluppata alla eco sostenibilità con le certificazioni ECOLABEL e PEFC che testimoniano la forte vocazione dell’azienda al rispetto dell’ambiente con una salvaguardia dell’ambiente mirata alla continua riduzione dei consumi energetici e di acqua con benefici ambientali ed economici.

Il gruppo Messina, azionista di Ferrania Technologies SpA, si è attivamente impegnato in favore di questa scelta condivisa con il gruppo Carrara per questo nuovo insediamento che si inserisce nel rilancio produttivo del sito di Ferrania. Il gruppo Messina auspica che le autorizzazioni necessarie per la rapida messa in marcia del nuovo complesso produttivo possano essere oggetto di istruttorie e conseguenti delibere al passo con i brevissimi tempi imposti dai mercati e dalla concorrenza globale. Ferrania Tecnologies è impegnata con tutte le proprie risorse di ingegneria ed amministrative a fare in modo che i primi jumbo di carta possano uscire dalle linee continue tra sei mesi.

La logistica, oltre ai tempi ristretti per la messa in marcia della produzione, costituisce l’altra sfida per il rilancio e la reindustrializzazione del sito di Ferrania, senza dimenticare che la cellulosa per alimentare le “continue” arriva dal porto di Savona.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.