IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cantieri ex Baglietto, l’assessore Carletto: “Le aree rimarranno a destinazione produttiva”

Varazze. Gerolamo Carletto, assessore all’Urbanistica del Comune di Varazze, interviene sulla questione dei cantieri ex Baglietto, rendendo pubbliche alcune precisazioni.

“Si è chiarito più volte e in tutte le sedi che le aree dei cantieri Baglietto sul piano della destinazione urbanistica sono e rimarranno produttive – dichiara in primo luogo Carletto, che prosegue -; la destinazione produttiva di quelle aree è anche confermata dall’Agenzia Regionale del Demanio Marittimo che è orientata a rinnovare, tramite il Comune, la concessione demaniale e il contratto di affitto con il vincolo per l’utilizzo finalizzato all’attività cantieristica”.

“Eventuali crisi future dell’attività cantieristica sono legate essenzialmente all’andamento del mercato e ci si augura tutti che non si verifichino – sottolinea l’assessore -. Il Comune sino ad oggi ha fatto moltissimo per la soluzione di questo importante problema occupazionale, ha lavorato assiduamente in linea ed in connessione con le forze sindacali e la RSU del cantiere, operando interventi a tutti i livelli (comunale, provinciale e regionale)”.

“Anche in questa ultima fase – sottolinea Carletto – ha dato il proprio fattivo contributo per la preparazione degli incontri che si sono svolti a livello regionale, contribuendo a chiarire finalmente il problema delle concessioni demaniali, impostando la strategia che consentirà, ci auguriamo, di risolvere il problema dei cantieri Baglietto al fine di ridare non solo il posto di lavoro ai 29 addetti che soffrono da troppo tempo la cassa integrazione, ma anche per creare le condizioni per un aumento degli occupati e lo sviluppo delle attività relative al settore dell’indotto”.

“In conclusione, si apprezza che il consigliere Calcagno riconosca la serietà con la quale l’amministrazione comunale affronta il problema per la risoluzione  della crisi e si rimane a disposizione di tutti coloro che intendano avere più peculiari informazioni al riguardo, infatti – termina l’assessore – più corale è l’impegno a favore del cantiere più le possibilità di una soluzione si presentano concrete”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mariolino

    con questa stupida tassa sulle barche di un certo livello assisteremo ad un ridicolo introito ma come contropartita fuga delle mega barche all’estero ove saranno accolte a braccia aperte, e fondazione di società fasulle per aggirare l’ostacolo ma, il dramma maggiore che, cantieri dove sono impiegati centinaia di operai saranno in ginocchio,. Idem per aerei, per una manciata di euro altre ditte a terra,Un modo intelligente per salvare l’Italia dalla famosa crisi.

  2. Scritto da Droppy

    Promesse da politico navigato…I palazzinari si stanno già sfregando le mani!!!!!!!!!!!