IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bombardier, utile netto da 192 mln di dollari: Vado attende risposte da Roma

Vado Ligure. La manovra che si appresta a varare il governo interessa non solo gli enti locali, ma lo stesso tessuto produttivo savonese ed in particolare il delicato settore dei trasporti, il trasporto pubblico locale così come quello ferroviario, senza contare le attività connesse alla produzione di materiale rotabile e dei mezzi del servizio regionale: insomma Vado e lo stabilimento Bombardier attendono risposte da Roma.

Dal ministro alle infrastrutture Corrado Passera si attendono risposte sulle risorse destinate al comparto, soprattutto quei soli 400 mln di euro stanziati per Fs e che mettono a rischio le commesse e le gare d’appalto per il trasporto ferroviario. Bisognerà capire la volontà del governo di ripristinare in toto i due mld di euro per il settore dei trasporti, attualmente congelati, oppure una cifra minore in grado di salvaguardare almeno le commesse già pattuite.

Intanto proprio la Bombardier ha reso noto i risultati di esercizio del terzo trimestre 2011: un aumento dell’utile netto del 31%, passato dai 147 milioni di dollari dell’anno precedente agli attuali 192 milioni (0,11 dollari per azione). Il risultato è stato possibile grazie alle performance positive delle divisioni aerospaziale e trasporti.

I ricavi della società canadese sono saliti a 4,6 miliardi di dollari, con un incremento del 16% rispetto al precedente esercizio. In particolare, il portafoglio ordini di Bombardier Aerospace è cresciuto del 16% dall’inizio dell’anno mentre i ricavi della divisione sono stati pari a 2,3 miliardi di dollari, con una crescita del 28%. Il gruppo ha consegnato 68 velivoli, 17 in più rispetto ai 51 dell’anno precedente.

In crescita anche i ricavi della divisione trasporti, saliti da 2,2 a 2,3 miliardi di dollari. Complessivamente il portafoglio ordini della società per il trimestre in oggetto è passato dai 52,7 miliardi di dollari registrati a fine gennaio agli attuali 55,3.

“I dati dimostrano un settore in salute, che produce lavoro e genera ricchezza – ha dichiarato Roberto Tazzioli, presidente e amministratore delegato di Bombardier Transportation Italy – Pur in presenza di una situazione economica mondiale difficile, Bombardier dimostra di essere un gruppo sano, capace di rispondere alle difficoltà del mercato grazie all’offerta di prodotti innovativi e di qualità. Il portafoglio ordini di oltre 55 miliardi di dollari ci fa guardare al futuro con un certo ottimismo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.