IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Biodigestore e politica savonese: riflessioni di Are Vallebormida

Le recenti vicende relative al biodigestore di Ferrania sono l’occasione per alcuni spunti di riflessione di cui vorrei fare partecipi i lettori. Nella politica savonese si sta assistendo ad una evoluzione che presenta aspetti contrastanti.

Da una parte cresce la richiesta di molti cittadini di essere coinvolti e partecipi delle scelte strategiche importanti per il proprio territorio; nel caso specifico il progetto di costruire un biodigestore per lo smaltimento dei rifiuti biodegradabili da 45.000 tonnellate annue, con possibilità di raddoppio a 90.000, ha innescato la mobilitazione di molti Valbormidesi che, con il coordinamento delle associazioni ambientaliste, hanno partecipato ad una serie di assemblee pubbliche per discutere sul tema. Queste istanze per una democrazia partecipata hanno trovato un degno ed alto riconoscimento nel consiglio comunale di Carcare del 20 dicembre, dove i consiglieri eletti hanno discusso e votato una mozione sul biodigestore, proposta dal Gruppo “Noi per Carcare”, solo dopo aver permesso alla Società proponente Ferrania Ecologia ed alle Associazioni Ambientaliste, contrarie al progetto, di esprimere ed illustrare le rispettive posizioni.

Parallelamente a queste manifestazioni di democrazia partecipata si assiste ad una deriva della politica savonese verso forme monocratiche; decisioni come quella di dare il via libera al biodigestore è stata presa dall’amministrazione di Cairo Montenotte senza convocare un consiglio comunale o una riunione di Giunta dedicata all’argomento; gli esiti, inoltre, non graditi del Consiglio Comunale di Carcare hanno provocato reazioni del sindaco di Cairo M. Fulvio Briano e del coordinatore del Partito Democratico Savonese Livio Di Tullio che denotano uno scarso rispetto dei principi democratici più elementari.

Il primo cittadino, infatti, ha definito il consiglio comunale di Carcare, regolarmente convocato e con un’ampia partecipazione di pubblico, un “teatrino montato ad arte dal consigliere regionale Maurizio Torterolo”, mentre Di Tullio ha dichiarato che la presa di posizione del gruppo Pd in consiglio a Carcare, in particolare del suo capogruppo Angela Nicolini, è solamente l’espressione di una posizione personale, dimenticando che Angela Nicolini è stata eletta da circa 1500 carcaresi, dei quali è la portavoce.

Al consigliere regionale Maurizio Torterolo e al Capogruppo PD Carcarese Angela Nicolini vanno il mio sostegno e la mia solidarietà, al sindaco Fulvio Briano ed a Livio di Tullio auguro buon Natale ed un felice 2012, ricco di democrazia partecipata e di confronti critici ed argomentati sulle tematiche di maggior interesse per il nostro territorio.

Giuseppe Boveri – Associazione Are Vallebormida

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.