IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albisola, rapina ad amministratore di condomini: bottino 10 mila euro, indagini dei carabinieri

Albisola S. I carabinieri di Albisola e della Compagnia di Savona stanno verificando la denuncia presentata dall’amministratore di condomini Luca Forzano, 40enne, vittima di una rapina avvenuta ieri sera intorno alle 19:00 nel suo studio professionale di via don Natale Leone, nel centro storico di Albisola.

Secondo la ricostruzione dell’amministratore due uomini sarebbero entrati nella villetta a due livelli che ospita l’ufficio, armati di pistola (forse giocattolo), intimando la consegna del denaro contenuto nella cassaforte dello studio. Presenti al momento del colpo anche le due segretarie, rimaste attonite di fronte all’irruzione dei due rapinatori.

Stando a quanto riferito i due malviventi, in brevissimo tempo, avrebbero rubato un computer e 10 mila euro in contanti, per poi fuggire a piedi facendo perdere le proprie tracce. Sul luogo della rapina i carabinieri hanno svolto i rilievi del caso e ascoltato le testimonianze delle due segretarie e dello stesso Forzano. Nessuno nel vicinato si è accorto di nulla o ha sentito qualcosa. I militari stanno indagando sull’accaduto a 360 gradi.

Anche in relazione al grave episodio avvenuto proprio ad Albisola con l’omicidio di Rosa Vivalda Bellino, i carabinieri di Savona precisano che non c’è alcun allarme rapine o furti in abitazioni o uffici. “E’ statisticamente provato che nel periodo che precede le festività natalizie c’è un aumento di furti o reati predatori, ma questo non significa che bisogna alimentare paure che non esistono” afferma il comandante della Compagnia savonese Orlando Pilutti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. jchnusa
    Scritto da jchnusa

    @alberto viola ok il tuo discorso fila ed è giusto
    @B.O.S.S. bravo hai colpito in pieno,ma ahimè fatta la manovra ……..non cambierà molto forse come si faceva a sapere del denaro nella cassaforte? ti potrei rispondere con:
    chi si loda s’ imbroda ma forse è meglio dire sai quando il pavone fa la ruota con la coda? se nella vita segli di esporti come un bersaglio prima o poi trovi chi ti impallina

  2. B.O.S.S.
    Scritto da B.O.S.S.

    la risposta è semplice e di non difficile intuizione, non per nulla la manaovra Monti ha previsto un giro di vite e restrizioni… io invece mi chiedo come facevano a sapere che la cassafarte conteneva tutto quel denaro!

  3. alberto viola
    Scritto da alberto viola

    Non entro nel merito della cifra ma solo per rispondere ad jchnusa, purtroppo capita giornalmente che i condomini vengano a pagare in contanti, non c’e verso, gli mandi i M.AV magari anche a costo zero (la banca in fase di emissione te li fa pagare) ma i condomini ti arrivano in ufficio con il bollettino in mano e ti portano i soldi in contanti. Il mi ufficio giornalmente utilizza la cassa continua per evitare di avere contanti o assegni depositati; i pagamenti avvengono tutti con bonifico bancario.
    Magari pagassero slo tramite M.AV.!!!
    Ciao

  4. jchnusa
    Scritto da jchnusa

    non per essere pignoli ma se l’amministratore di condominio riceve i pagamenti con il mav e paga sia i fonritori sia le imprese tutto tramite bonifico o assegno visto che è tutto fatturato come può avere 10.000 €uro nella sua cassaforte?