IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albisola, militari intervenirono per una lite e trovarono droga: 35enne patteggia 4 anni e 6 mesi

Savona. Ha scelto la via del patteggiato a quattro anni e sei mesi di reclusione e 20 mila euro di multa. Si è chiuso con questo verdetto, questa mattina, davanti al giudice Donatella Aschero, il procedimento a carico di Emiliano Cibella, il ristoratore di 35 anni finito in manette nel luglio scorso con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Cibella, già noto alla giustizia per un episodio risalente al 2008 quando, sorpreso a cedere stupefacenti all’interno del suo esercizio pubblico ad Albisola, era finito in manette, era stato nuovamente arrestato dai carabinieri albissolesi. I militari, intervenuti dopo una segnalazione di lite in famiglia, avevano finito per trovare la droga. Circa un etto di cocaina (102 grammi), 179 grammi di hashish e quattro piante di canapa indiana. Il trentacinquenne, assistito dall’avvocato Tiziano Gandolfo, davanti al gip, aveva spiegato che la droga che deteneva era solo per uso personale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Giudice
    Scritto da Giudice

    certo . un etto di cocai , due di hashish e 4 piante di maria sono per uso personale. l’aveva acquistata nei “saldi” e ne aveva approfittato.
    Ma fatemi il piacere!!!!
    Piuttosto come puo’ un esercente essere sopreso a cedere stupefacenti nella propria attività ed essere ancora autorizzato ad esercitare? Via la licenza subito.