IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, polemica sul concorso pianistico: Vannucci replica a Gaia

Albenga. “La richiesta, che ci sembra frutto di ambizioni personali più che di amore per la città e per la comunità di appartenenza, è per noi irricevibile. Non è infatti nostra intenzione lasciarci coinvolgere in polemiche sterili e pretestuose, che nulla di costruttivo portano al concorso, e prendiamo le distanze da chi, con una scelta di gusto discutibile, si scaglia contro qualcuno che purtroppo non c’è più e non può replicare”. Così dichiara Mauro Vannucci, vice sindaco di Albenga con delega a Turismo, Spettacolo, Manifestazioni, in replica alla polemica lanciata dall’ex assessore Domenico Gaia sul Concorso Pianistico “Città di Albenga”, in programma nelle giornate del 27-28-29-30 dicembre.

“Posto che il Concorso Pianistico, come SacrAutunno, Notte Verde e ogni altra iniziativa di successo che si manifesta sul territorio, è patrimonio esclusivo della Città di Albenga a prescindere da chi ne sia l’ideatore, la versione presentata da Gaia risulta piuttosto distante da quella che è invece la realtà dei fatti” prosegue il vice sindaco.

“In questi giorni ho avuto il piacere di incontrarmi sia con Eleonora Folco, sorella della compianta maestra, sia con Silvana Enrico, Consigliere comunale negli anni 1977-80, le quali mi hanno entrambe confermato e ribadito che il Concorso Pianistico fu un’idea di Silvia Folco e della stessa Enrico, maturata nel 1975 a Osimo nel corso del concorso nazionale Pianisti d’Italia, resa possibile grazie alla disponibilità ed alla lungimiranza del grande Angelo Viveri. La fortuna di Gaia fu semplicemente di trovarsi al posto giusto nel momento giusto, e in qualità di Assessore delegato gli fu affidato l’incarico di seguire l’evolversi della cosa” aggiunge.

“Questa, che possa piacere o meno, è la verità, e siamo pronti a difendere la memoria della Maestra Folco in ogni sede, se del caso anche davanti al giudice naturale precostituito per legge. Mi auguro che questa boutade non sia una trovata per ritagliarsi uno spazio nell’agone politico della sinistra ingauna, per presentarsi come futuro candidato sindaco della loro coalizione. In ogni caso, noi lasciamo perdere le inutili polemiche, ma anzi guardiamo avanti, al fine di rilanciare adeguatamente il Concorso, che da troppo tempo la città attende” conclude Vannucci.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. marty74
    Scritto da marty74

    Ma come si fa a cercare di rubare l’idea a una persona che si è occupata anima e corpo al concorso e ora, che non c’è più, non può dire la sua. Gesto volgare!