IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, Andreis (Pd): “Maggioranza ‘malata’: sotto scacco dei professionisti del mattone”

Albenga. “La situazione per questa maggioranza è decisamente grave; nei fatti non esiste più, basta un raffreddore ed il malato potrebbe cessare di vivere”: a dirlo è Alessandro Andreis, segretario ingauno del Pd.

“I problemi sono in effetti molti, a partire dal sindaco che, pur cercando di far passare in città l’idea che lei deve avere a che fare con un gruppetto di scalmanati fuori controllo democraticamente eletti, non ha le capacità aggregative e carismatiche sufficienti per questo ruolo, e, soprattutto, ragiona i rapporti di alleanza in maggioranza con sistemi di una politica vecchia e un po’ troppo tesa alla gestione ‘personalistica’ dei problemi, senza ritrovare il bandolo della matassa che li ha portati a vincere, sempre che ce ne fosse uno” prosegue l’esponente Pd.

“Purtroppo questa maggioranza si frantuma su aspetti tecnici e personali dovuti alle varie incompatibilità, o su rapporti personali impossibili o grotteschi come quelli che abbiamo visto in questi giorni – dice ancora Andreis – Nonostante le molte patologie, la malattia più grave resta sempre quella di eccessiva presenza di professionisti del mattone in questa maggioranza di centro destra, che determina un’ingovernabilità quasi certa. Il resto passa tutto in secondo piano, purtroppo. Trovo assurdo che questa amministrazione si attardi ad affrontare temi più importanti per la città, dove lo scontro fra partiti interni alla maggioranza stessa sarebbe più ‘tollerabile e dignitoso’. Mi piacerebbe veder discutere i vari consiglieri del mondo del lavoro e dell’occupazione, di offerta scolastica e servizi alle famiglie, di pianificazione dell’offerta turistica, di rilancio del piccolo commercio, dell’immobilismo dei lavori pubblici e dell’insoddisfazione delle imprese locali”.

“A tal proposito mi auguro che l’opposizione consigliare possa esser più incalzante su temi di questa natura, che toccano la vita degli albenganesi e non i giardini di qualcuno; abbiamo la necessità di essere più tempestivi e meno tattici, perché gli albenganesi non le vogliono le strisce blu (e parlarne fra un mese al prossimo consiglio è tardi), perché le scuole tanto ‘curate’ da questa amministrazione non sono così apposto (vedi ITIS, situazione scuole medie con chiari problemi di vivibilità), spese sulla viabilità che non hanno portato un sensibile miglioramento del traffico, una situazione della raccolta differenziata e della cura della città assolutamente abbandonata a se stessa nella gestione e nei risultati”.

“Insomma mi aspetterei più battaglia in consiglio, non sempre e solo sull’urbanistica, sicuro tallone di Achille per questa maggioranza, ma spesso argomento lontano dal quotidiano dell’albenganese medio. Confidiamo in un 2012 migliore per tutti quelli che vivono Albenga con spirito di gratuità, con gioia e con la voglia di lasciarsi alle spalle queste beghe impossibili da sopportare ancora a lungo”, conclude Andreis.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.