IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Aiuti alle famiglie bisognose, Ciangherotti: “Più controlli per smascherare i furbetti”

Albenga. Un milione di euro in aiuti alle famiglie. Ecco il bilancio complessivo della spesa sostenuta, nell’anno 2011, dagli uffici sociali del Comune di Albenga, a favore di oltre un migliaio di cittadini disagiati che hanno fatto domanda di accesso ai servizi alla persona.

Nell’anno che sta per finire, oltre 100 le famiglie bisognose aiutate dal Comune con contributi per riuscire ad arrivare a fine mese, ben 43 le borse lavoro dedicate a cittadini già in cura alla salute mentale, disabili ed ex tossicodipendenti. 22 le rette di compartecipazione del Comune a favore di anziani ricoverati in Istituto, 13.700 i pasti erogati a domicilio e al Centro anziani. Oltre alle 163 famiglie che hanno usufruito del servizio del campo solare per i propri figli nel turno del mese di luglio e di agosto, ai 50 anziani che hanno aderito al soggiorno termale a Lurisia, alle 21 persone sole che godono del servizio di telesoccorso, alle 79 famiglie che usufruiscono del trasporto agevolato e ai 18 minori di Albenga, allontanati dalle famiglie e, ad oggi, ospiti delle Comunità.

“In questo momento di grande congiuntura economica che colpisce le famiglie del ceto medio e basso – dichiara l’assessore ai servizi sociali Eraldo Ciangherotti – il presidente del consiglio Mario Monti dice, in questi giorni, di puntare alla crescita. E ci sta riuscendo ottimamente. Infatti è riuscito a far crescere, al di là dello spread, prima di tutto la tassa sulla proprietà delle case, le utenze di Enel e gas, la benzina e l’età pensionabile. Chi ancora non l’avesse capito, se ne accorgerà nei prossimi mesi con la ridotta disponibilità del portafoglio. L’amministrazione Guarnieri, nonostante i limitati bilanci a disposizione, nel prossimo anno dovrà fare la sua parte, come nella moltiplicazione dei pani e dei pesci, per andare incontro con maggiore efficacia alle aumentate richieste di aiuto da parte delle tante famiglie disagiate”.

Aggiunge l’assessore Ciangherotti: “Per questa ragione, da gennaio, per evitare inutili sprechi di risorse, gli uffici sociali aumenteranno ulteriormente il livello di guardia dei controlli, chiedendo collaborazione alla Guardia di Finanza e all’Agenzia delle Entrate per effettuare, come da regolamento, accertamenti fiscali sulle 251 domande di accesso alla tariffa agevolata della mensa scolastica, con ISEE inferiore a 5.500 euro e sulle 310 domande di contributo sull’affitto, essendo, per altro, solo 112.435 gli euro di contributi per l’affitto deliberati proprio ieri dalla Regione Liguria contro i 770.000 euro richiesti dal Comune sulla base delle reali necessità emerse nelle domande presentate”.

“Abbiamo dovuto modificare, questa settimana, l’accordo di programma previsto per il Social Housing su 6 unità abitative ubicati nelle palazzine delle emergenze abitative alle Rapalline, per poter sanare 6 famiglie con minori, già sistemate lì da qualche tempo per inclusione sociale. Abbiamo il dovere morale di smascherare i furbetti, per aiutare di più chi vive realmente nel disagio economico e rischia di non mangiare o di perdere la casa e di finire su una strada. I servizi sociali del Comune saranno sempre aperti per cercare di venire incontro alle difficoltà dei nostri cittadini”. Conclude Ciangherotti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.