IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ad Andora la mostra di arte contemporanea “Donna”

Più informazioni su

Andora. Si terrà nella sala mostre del Palazzo Tagliaferro di Andora dal 30 dicembre fino al 8 gennaio la Mostra Contemporanea Donna. Verranno esposte opere di Marian Heyerdahl e Ole Lislerud due noti artisti internazionali.

Nata ad Oslo ma cittadina andorese, Marian è figlia del grande esploratore Thor Heyerdahl. Artista di fama internazionale, ha esposto le sue opere in tutto il mondo in particolare a New York e a Pechino dove la sua Mostra “Donne di terracotta” ha riscosso un successo straordinario. La Heyerdahl ha reinterpretato il famoso esercito di terracotta di Xian dando vita a 60 figure di donne e bambini scolpiti nelle uniformi dei soldati. Queste figure diventano il simbolo delle sofferenze delle donne vittime delle guerre di ieri, di oggi e purtroppo, di domani. L’uniforme del soldato è il simbolo della loro forza sotto la quale si nascondono però sempre sensibilità e fragilità. Le sue statue sono ispirate dai temi della nascita e della fertilità, della vita e della morte, affermando la differenza sessuale della donna come forza positiva. Ole Lislerud è nato in Sud Africa ed è Professore dell’Accademia Nazionale di Arte e Design di Oslo, Norvegia.

Con i suoi lavori è stato ospite delle maggiori gallerie d’Arte e Musei di Arte Contemporanea internazionali. Ha vissuto e lavorato in Cina per oltre dieci anni dove ha avuto modo di conoscere e vivere la realtà femminile della donna cinese, con tutti i suoi contrasti. Una realtà spesso criticata dal femminismo europeo che tuttavia vive esso stesso una perdita di identità e di ideali nel mondo di internet dove grazie all’anonimato, tutto è permesso. Le recenti opere di Lislerud sono ispirate a questo contrasto. Prendendo a prestito per i suoi lavori i titoli delle canzoni di Lady Gaga, l’artista vuole sottolineare il senso del paradosso che il mondo femminile vive nel secondo millennio: una corsa sfrenata verso la carriera, la bellezza, l’apparire che è in grande contrasto con l’ideale femminista che le donne moderne sostengono con forza.

La mostra di Palazzo Tagliaferro sarà un’occasione per conoscere due artisti estremamente interessanti, che usano immagini talvolta forti, di grande impatto sul pubblico, ma che portano un messaggio innovativo ed importante sul ruolo della donna oggi.

La mostra, organizzata dall’Associazione Culturale Amusando in collaborazione con il Comune di Andora, sarà aperta tutti i giorni dalle 16 alle 18.30 ad ingresso libero, con un’apertura serale straordinaria durante il Concerto di Capodanno che si terrà, sempre al Palazzo Tagliaferro il giorno 1 gennaio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.