IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione: stop ai rave party in Liguria

Regione. All’unanimità è stato approvato in consiglio regionale un ordine del giorno sui rave party in Liguria in cui (prima firmataria Maruska Piredda, Idv, ma sottoscritto da consiglieri di maggioranza e minoranza), si impegna il presidente Burlando e la Giunta regionale a far si che le amministrazioni locali emettano ordinanze che pongano uno stop ai rave party e alla loro organizzazione ed esecuzione, con l’utilizzo per il controllo delle forze di polizia affinché questi eventi illegali non vengano realizzati per la loro pericolosità sociale.

Maruska Piredda ha affrontato l’argomento più in generale: “I rave sono nati alla fine degli anni ‘80 in Inghilterra come movimenti di contestazione politica poi si sono diffusi anche in Europa. In Italia sono arrivati negli anni ’90 come moda legata alla musica tecno, più che come contestazione. Le feste vengono organizzate utilizzando il passaparola e il web e coinvolgono migliaia di persone; l’indirizzo viene divulgato solo all’ultimo, per eludere i controlli della polizia. Con questo ordine del giorno non vogliamo limitare la libertà di espressione dei giovani. Il problema è che queste forme di organizzazione illegali, che sono in aumento, e l’uso di droga connesso, estraniano dalla realtà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.