IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale, Richeri su ex Cave Ghigliazza e Piaggio: “Operazioni decisive per il territorio”

Finale L. Aree Piaggio e ex Cave Ghigliazza, e poi ancora il caso delle ex concerie di Finalborgo e di Villa Bardini a Varigotti: tutte operazioni che il locale Pcl, per bocca del consigliere Matteo Piccardi, ha definito qualche giorno fa una “Waterloo sul nostro territorio”. Una critica arrivata a seguito della bocciatura da parte della Via del progetto delle ex cave e alla quale ora risponde il sindaco di Finale Ligure, Flaminio Richeri.

“Il consigliere Piccardi dimostra con le sue affermazioni quanto poco sappia in merito ai meccanismi ed alle competenze che regolano gli iter urbanistici e ancor meno conosca in merito allo stato di ‘salute’ delle varie pratiche – è la “stoccata” del primo cittadino – Ma pazienza, si limita ad accusare di non si sa cosa l’assessore Luzi, anziché complimentarsi con lui per l’attenzione al territorio ed all’ambiente e la correttezza istituzionale con la quale segue le tante e onerose pratiche al vaglio in questi mesi del nostro settore urbanistico”

“Il no degli uffici regionali alla valutazione ambientale del progetto Ghigliazza preoccupa non poco – prosegue Richeri – Non conoscendone ancora i dettagli, mi limito a sottolineare come, pur nel totale e completo rispetto della realtà ambientale in cui si inserisce l’operazione di recupero dell’ex cava Ghigliazza, crea perplessità un diniego completo di fronte ad un progetto più volte discusso e condiviso con gli uffici regionali. Dal recupero dell’area, oltre a prodursi economia lavorativa reale per la comunità finalese, la città otterrà opere pubbliche importanti e strategiche per il suo futuro sviluppo sia dal punto di vista turistico che sociale. L’augurio e che i rilievi posti dagli uffici regionali possano tramutarsi in prescrizioni che permettano all’iter autorizzativo un semplice rallentamento e non uno stop completo”.

“In merito invece alla vicenda Piaggio – puntualizza il sindaco – a proposito della quale tante e male informate persone hanno, nelle settimane scorse, sentito la necessità di esternare, mi corre l’obbligo di fare un momento di chiarezza. A fronte di alcune importanti novità, e cioè la disponibilità della Regione Liguria ad autorizzare lo spostamento a monte dell’Aurelia, la disponibilità delle Ferrovie al rifacimento del ponte sul Pora ed alla richiesta dell’amministrazione di realizzare nell’area Piaggio un nuovo, importante e moderno complesso scolastico che possa ospitare tutti gli Istituti superiori oggi esistenti a Finale Ligure, si è avviato un lungo e laborioso processo di realizzazione di un nuovo progetto”.

“Tale lavoro è ancora in corso, e proprio questa sera vi sarà un incontro (il secondo) tra la maggioranza consiliare ed i progettisti, al fine di valutare gli ultimi sviluppi progettuali. Capisaldi del nuovo progetto dovranno restare la cubatura, non superiore e, possibilmente, inferiore a quella del precedente progetto e la salvaguardia dell’entità delle infrastrutture a funzione pubblica che dovranno ricadere sul territorio comunale. Al fine di dar maggior rilievo e razionalità al lavoro svolto in questi mesi, l’amministrazione comunale di Finale Ligure ha richiesto ufficialmente nei giorni scorsi al presidente della Regione Liguria la convocazione del Comitato dei Controllo sull’attuazione dell’accordo di programma, per poter ripercorrere quanto accaduto dalla data della firma dello stesso ad oggi e gettare le basi per la ristesura di un nuovo accordo di programma che, tenendo conto delle novità in campo, possa essere sottoposto al Consiglio comunale per la sua approvazione”.

“Son fiducioso sul fatto che, anche in funzione della necessità contingente di creare sviluppo e lavoro, da parte di tutti gli enti e le persone coinvolte verrà messa in campo la miglior disponibilità possibile al fine di portare rapidamente in porto i complessi e faticosi iter previsti per i due progetti, la cui approvazione darà un impulso importantissimo all’economia locale”, conclude Richeri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Resist

    Non una parola sulla valanga di seconde case che danneggeranno tutti i finalesi.
    Non una parola di apprezzamento per l’Ufficio Tecnico Comunale che ha riscontrato gli errori evidenti nel progetto ex cave Ghigliazza.
    Non una parola sulla società Milano-PANAMENSE che specula a Punta Crena.
    Riconosco l’incosistenza delle generiche accuse all’Assessore Luzi.