IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fair Play Village targato Sampdoria, Vaccarezza: “I prodotti tipici del Savonese in sei trasferte”

Provincia. Uno spazio itinerante per far conoscere i tifosi blucerchiati e farli incontrare con quelli di tutta Italia: è Fair Play Village, progetto presentato oggi a Palazzo Ducale, a Genova. La Provincia di Savona prosegue nell’opera di promozione turistica legata alla fede calcistica, come già accaduto per il ritiro a Moena della Samp nel luglio scorso. Per sei uscite fuori regione della squadra l’ente savonese sarà partner dell’evento.

“Lo spazio Food&Beverage delle uscite che la Sampdoria farà a Gubbio, Modena, Padona, Cittadella, Verona e Bari avranno i produttori della Provincia di Savona a proporre i proprio prodotti – spiega il titolare di Palazzo Nervi, Angelo Vaccarezza – Un’idea simpatica, immediata ed efficace per portare i nostri prodotti in uno spazio rivoluzionario come quello proposto dalla Samp. Il 5 ottobre alla prima uscita ufficiale a Verona, ci sarà quindi un momento di incontro, utile per parlare anche di idee per risolvere la crisi che stiamo affrontando”.

“Vogliamo unire al calcio anche valori diversi, di aggregazione, che stanno intorno al calcio e non sono legati alla tensione di una partita” dice Vittorio Garrone, vicepresidente esecutivo di Sampdoria Marketing & Communication. “Un tour itinerante – continua – fatto da un piccolo villaggio che aggrega famiglie e bambini, a cui forniamo accoglienza, sia per i nostri tifosi, sia per quelli che vengono da fuori. Un’iniziativa che ha un significato importante per il fairplay. Veicoliamo messaggi che sono i valori dello sport, di cui la Sampdoria come cultura è impregnata. E’ aggregazione perché ci saranno molte iniziative che riguardano il gioco, e il gioco per bambini, oltr a iniziative gastronomiche in cui si presentano prodotti nostri, locali, e anche le nostre squadre di calcio che partecipano a questa iniziativa presenteranno i loro prodotti”.

“Abbiamo accolto con entusiasmo questa idea da parte della Samp – afferma l’assessore genovese allo sport Stefano Anzalone – Stiamo sostenendo questa attivita cercando di individuare le aree per collocare il villaggio, coordinandoci per problemi risolvere quei problemi della viabilità che l’occupazione del suolo pubblico può fare nascere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Iosif
    Scritto da Iosif

    @ che il carbone sia dannoso mammacritica ne è la prova VIVENTE!

  2. Scritto da dan

    In tempi di crisi e con il misero stipendio da politico, ecco il buon Angelone che ha escogitato il modo di andare a vedere la samp in trasferta con incarico istituzionale. Certo che con le squadre savonesi fallite o ridimensionate per motivi economici vedi pallavolo,basket,calcio e pallanuoto se la Provincia di Savona ha dei soldi da buttare poteva investirli nel proprio territorio di competenza e non regalarli a Garrone. Poi visto che la Samp era già stata beneficiata al ritiro di Moena perchè adesso non rivolgersi al Genoa. Non è che ci sia attinenza al fatto che l’illustrissimo ragioniere Vaccarezza sia tifoso sfegatato blucerchiato?
    Speriamo che presto eliminino le Provincie così certi individui dovranno finalmente cercarsi un lavoro VERO e non vievere suklle spalle di noi soliti contribuenti

  3. remo
    Scritto da remo

    Sinceramente, non condivido l’dea che la Provincia di Savona sia promossa tramite una squadra di calcio ma se non si riescono a trovare veicoli migliori … proprio da una squadra di serie B :-)

  4. folgore
    Scritto da folgore

    @mamma critica, ma pensate di avere l’esclusiva a Vado dell’inquinamento e del carbone? Allora Cornigliano dovrebbe già essere come l’area51, vogliamo poi parlare del porto di Genova con la centrale Enel?Di Milano dove sono all’ordine del giorno i blocchi del traffico?
    Hai mai notato la polvere nera che si deposita sulle facciate dei palazzi a Savona?Quello non è carbone della TP, ma PM2,5 delle automobili!Perchè non ti incateni in corso Ricci e pretendi il blocco totale del traffico veicolare?

  5. Scritto da mamma critica

    ciao angelone

    hai portato anche il polverino di carbone e qualche barattolo di benzene, quadruplo dei limiti di legge, che ci respiriamo a vado, quiliano, valleggia? per controllare http://www.ambienteinliguria.it

    quelle si che sono le eccellenze del territorio

    e bada, dopo l’amplimaento raddoppieranno, perche’ NON ESISTONO FILTRI in gradi di filtrare le polveri sottile, li PM 2,5 e minori ancora!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    che bravi amministratori che abbiamo
    bravi

    come sono attenti al territorio

    e sempre pronti a fare trasferte

    salutissimi da savona, regno incontrastato del carbone!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!