IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, Fli propone una “Anagrafe degli eletti”: politici, sorvegliati speciali

Albenga. Dopo l’appoggio alla campagna per il referendum “anti-porcellum” il gruppo Fli di Albenga scende di nuovo in piazza. Questa volta, per l’attuazione, livello comunale, della “Anagrafe degli eletti”.

L’idea di base è quella di pubblicare su internet, nello specifico sul sito del Comune di Albenga, i dati riguardanti le presenze, lo svolgimento dei lavori, i risultati, gli stipendi, gli emolumenti, le consulenze, i pagamenti, di tutti i politici eletti e di tutte le persone che ricoprono un ruolo politico pubblico.

“Anche questa iniziativa, come quella per l’abrogazione della vigente legge elettorale – dice Gianni Pisana coordinatore albenganese di Fli – va nella direzione di un recupero del rapporto tra i cittadini e quella che molti identificano con la cosiddetta casta, ovvero la nostra tanto vituperata classe politica. E’ giusto e sacrosanto criticare, ma bisogna anche essere costruttivi e propositivi ed è per questo che Fli Albenga ha sposato questa battaglia per combattere il crescente sentimento di antipolitica. Una campagna per rendere più trasparente ed accessibile l’operato dei nostri amministratori pubblici, un recupero in pieno del fondamento della democrazia liberale: il ‘conoscere per deliberare’”.

“Al singolo cittadino deve essere garantito l’accesso, a partire dall’utilizzo del web, ad una vasta documentazione che permetta di conoscere l’operato di ogni singolo eletto, nonché di coloro che esercitano un’attività pubblica. Questa è una riforma fondamentale per restituire legalità e reale democrazia al Paese e alle sue Istituzioni ed è proprio dal livello più basso e quindi più ravvicinato e diretto, quello comunale, che questo cambiamento deve iniziare”, conclude Pisana.

Appuntamento per chi fosse interessato domani, sabato 1 ottobre, in piazza del Popolo ad Albenga dalle 15 alle 19 dove sarà possibile anche sottoscrivere una petizione per “impegnare” l’amministrazione comunale a prendere in esame tale provvedimento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. il cavaliere
    Scritto da il cavaliere

    Ci vorrebbe anche l’ anagrafe per chi ha votato certi consiglieri, “si si per toglierli la possibilita’ di rifarlo”!!!!!!!