IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Turismo a Spotorno: le linee di azione della nuova amministrazione

La stagione turistica di Spotorno che si annuncia porta con sé una crisi amministrativa lunga due anni ed una difficoltà di bilancio, oramai strutturale, dovuta alla nota vicenda Star. Solo quest’anno dalle politiche del turismo sono stati tagliati fondi per il 20% circa. Inoltre sotto il profilo delle presenze la stagione stenta a prendere avvio e dopo il periodo pasquale la Liguria ha sofferto nonostante le alte temperature di Maggio.

Nel ponte del 2 Giugno abbiamo avuto il tutto esaurito, ma l’economia turistica non può vivere con il singhiozzo, occorre rivedere le politiche di promozione provinciali che devono incidere maggiormente sul targhet del Ponente savonese e vanno ripresi e rilanciati gli obiettivi che il comprensorio “Il Golfo dell’Isola” costituito dai Comuni di Bergeggi, Noli, Spotorno e Vezzi Portio, si era dato un paio di anni fa.

Solo attraverso l’unione di investimenti pubblici e privati – delle piccole e medie imprese del territorio – potremmo sperare di costruire una politica di promozione del Golfo che abbia come obiettivo la competizione con un mercato internazionale aggressivo in termini di prezzi e servizi.

D’altra parte la promozione è sempre stata lasciata a se stessa e le amministrazioni investono le poche risorse nelle manifestazioni, concentrandole spesso nel periodo estivo. Ma occorre mutare i comportamenti ed iniziare a pensare che solo da una proficua politica di promozione possono giungere risultati migliori in termini di lavoro e occupazione.

Credo, anche, che la Regione Liguria debba porsi seriamente il tema di come sostenere economicamente gli investimenti per rinnovare molte attività alberghiere in difficoltà.  Come va affrontato il tema della classificazione dell’affitto delle seconde case a scopo turistico per migliorarne l’offerta e combattere il mercato nero. Sono temi di grande attualità se desideriamo far divenire la Liguria un luogo organizzato e attrattivo e non soltanto la costa più vicina a Torino e Milano.

Cosa possono fare Spotorno ed i paesi del Golfo dell’Isola nel frattempo che qualcuno sopra di noi decida di decidere? Credo molto, perché abbiamo alcune peculiarità da mettere in vetrina presentandole sotto un unico logo: Bergeggi con il Parco marino-terrestre dell’Isola e con le Grotte, Noli con le sue bellezze storico-monumentali e con la tradizionale attività di pesca, Spotorno con i suoi arenili ed la capacità alberghiera (peraltro in pericolosa diminuzione), Vezzi Portio con il Museo del Miele e con un entroterra tipico di borghi e frazioni.

Spotorno in particolare ha alcune opportunità su cui sta lavorando, come la Talassoterapia ed il progetto del Porto – quest’ultimo in accordo con Noli – che migliorerebbero sensibilmente l’offerta. In questi ultimi due anni il cantiere della Talassoterapia è stato fermo, senza ragioni, mentre il progetto del Porto è in una fase transitoria in Regione ed i due Comuni intendono far valere le ragioni di un progetto realizzato rispettando le prescrizioni ambientali concordate a suo tempo proprio con la Regione Liguria. Un progetto di 380 posti barca – la metà del precedente – che tutela la Posidonia oceanica, non utilizza arenili, non realizza volumi residenziali, bonifica la discarica della Serra e recupera quella del Nereo.

Più in generale occorrerà agire su tre linee parallele:
• Il potenziamento delle infrastrutture turistiche che consentano di avere luoghi organizzati per “fare turismo”. Talassoterapia, Porto turistico, Casa della cultura e del turismo a Villa Albini, Museo del Turismo, Auditorium e spazio per spettacoli all’aperto, Teatro del Castello Vescovile.
• Realizzazione di un progetto di promozione turistica comprensoriale finanziato in quota dai comuni sulla base del numero di residenti e in quota dagli operatori economici in base alla dimensione aziendale; la proposta è di costituire un consorzio collegato al comprensorio “Il Golfo dell’Isola” che raccolga quote di adesione annuali da investire in accordo con le amministrazioni locali nelle maggiori fiere di settore, ed in alcune località nel nord ovest, in Svizzera ed in Germania
• Costruzione di una programmazione di spettacoli ed eventi spalmati su tutto l’anno per garantire accoglienza anche nella bassa e media stagione. Al tempo stesso andranno individuate manifestazioni culturali e sportive in grado di interagire con una clientela motivata. In questa direzione l’amministrazione comunale sta lavorando, così come proposto, ad una Fondazione Culturale aperta ad esperienze e culture diverse e si impegna a potenziare il neo Museo del Turismo promosso dai Lyons e sostenuto da figure come il prof. Astengo e Giuliano Cerruti che ha messo in luce, già alla sua nascita, notevoli potenzialità.

Spotorno farà la sua parte; già in questi giorni abbiamo trasferito nuovi fondi pubblici non previsti sul turismo e sulla cultura finanziando anche assieme a Bergeggi e Noli con una quota procapite di € 10.000 il progetto STL – Sistemi Turistici Locali – che a sua volta destina € 120.000 per quattro progetti inerenti lo sport subacqueo, il parapendio, la mountain bike ed i percorsi storici.
Altri 15.000 euro potenzieranno gli eventi per la stagione in arrivo; per il prossimo anno dovremo agire per implementare ulteriormente gli investimenti sulle manifestazioni, gli appuntamenti culturali e la promozione per sottolineare quanto queste politiche possano e debbano trainare la nostra economia.

Auspico che gli albergatori, i commercianti, i bagni marini e i liberi professionisti siano sensibili ed aderiscano a questo progetto. Sarà fondamentale unire le energie economiche dei quattro comuni e delle aziende del Golfo perché in economia di scala si possano raggiungere obiettivi difficilmente raggiungibili in solitaria.

Il compito delle amministrazioni comunali sarà quello di coordinare i soggetti in campo e costruire un progetto di visibilità di queste quattro terre, coinvolgendo nuove figure, ex amministratori comunali, uomini della cultura e della società, aprendo al tempo stesso alla collaborazione delle associazioni e del volontariato.

Nei prossimi giorni apriremo un tavolo preparatorio avviando una prima discussione in merito, con l’obiettivo di giungere rapidamente ad una definizione.

Franco Riccobene
vice sindaco di Spotorno
assessore al Turismo, Politiche del Comprensorio e Gemellaggi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.