IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Traghetti Saremar, viaggiatori preoccupati per i “biglietti-fantasma”: garanzie dalla Sardegna

Vado L. Biglietti che non arrivano e viaggi che rischiano di naufragare nel mare di internet. L’allarme è stato lanciato da molti lettori che, tentati dalle tariffe scontate targate Saremar, si sono affrettati a prenotare la traversata Vado Ligure-Porto Torres senza però ricevere indientro il “pass” tanto agognato.

“Mi è arrivato solo lo scontrino virtuale di pagamento, ma non il biglietto…come si fa?”, chiedono in molti. C’è anche chi si è rivolto al call center della Saremar ma senza ricevere risposte precise perché, dicono dal centralino, “non siamo noi a gestire il sito”. E poi mail e informazioni varie che rimbalzano da un viaggiatore deluso all’altro senza che però si trovi una soluzione.

Dalla Sardegna arrivano comunque rassicurazioni. “Non è il caso di allarmarsi – precisa Simone Paini, addetto stampa dell’assessorato ai Trasporti sardo – I tempi di emissione dei biglietti sono di circa tre giorni per cui assicuro che arriveranno via mail come promesso. Il nostro sito è stato invaso dalle richieste e risponderemo a tutte senza problemi. Ci vuole solo un po’ di pazienza, tutto qui”.

Il nuovo servizio low cost era attesissimo dagli utenti in fuga dal caro-traghetti. Per la Saremar si parla di tariffe inferiori quasi del 50% rispetto alle tradizionali compagnie di navigazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da CBC

    oggi, 15 giugno, ho provato per la sesta volta a rifare il preventivo alle medesime condizioni, con Moby e con Saremar con andata il 13/7 e ritorno il 6/9; le partenze sono ovviamente da Genova e da Vado Ligure. Il risultato sono i seguenti prezzi: Moby €199,50 – Saremar € 196,00. Incredibile risparmio di ben 3,50€ a favore della Saremar che a livello personale, ha solo il pregio di partire a meno di un Km. da casa. Qualche giorno addietro ho fatto il medesimo preventivo, forse con la variazione di qualche giorno e la Moby costava circa 10 € in meno. Allora, nessuno dei media, si è preso la briga di verificare dove stanno questi presunti risparmi? La Saremar, visto che è stata istituita la tratta Vado/Porto Torres “per Legge”, e con il contributo della Regione sardegna, avrebbe dovuto mantenere le tariffe che correvano sino a febbraio e che non superavano i 130€ per viaggio di A/R con auto e passaggio ponte x un passeggero; invece si è adeguata alle tariffe delle altre compagnie che hanno immotivatamente (con la scusa del petrolio libico) raddoppiato il costo dei biglietti. Non mi meraviglia affatto che nessuno della carta stampata o delle istituzioni si sia fatto domande o abbia alzato la voce su tutto questo imbroglio. Ormai la faccenda è stata ampiamente digerita come i vari aumenti della benzina e non interessa più nessuno. E poi, tutto sommato, a chi interessa tutelare quelle poche migliaia di vacanzieri stagionali che vanno in Sardegna……peccato che ci siano anche altri. Continuiamo a tollerare lo strapotere delle compagnie di navigazione che fanno quello che vogliono, visto che di alternative non ne abbiamo altre.