IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Traghetti Saremar, boom di prenotazioni per i biglietti Vado Ligure – Porto Torres

Vado Ligure. “Nei primi 20 minuti di operatività delle prenotazioni sulla tratta Porto Torres-Vado Ligure sono stati registrati oltre 5.000 contatti sul sito ed emessi 103 biglietti. La risposta del mercato all’iniziativa della flotta sarda si conferma assolutamente positiva ed evidenzia la competitività della nostra offerta”. Lo ha dichiarato l’assessore dei trasporti della Regione Autonoma della Sardegna, Christian Solinas, commentando i primi dati di vendita dei biglietti Saremar sulla tratta tra isola e Liguria.

“Continuiamo nell’attuazione del progetto della flotta sarda, rispettando il cronoprogramma che ci eravamo dati con la Giunta regionale e gli impegni assunti nei confronti dei cittadini e degli operatori turistici. Da qui si deve partire per offrire una risposta strutturata e di sistema anche per il traffico merci sui semirimorchi e per le tratte dal porto di Cagliari, argomenti sui quali la Regione – ha continuato Solinas – è già a lavoro con il chiaro intento di coinvolgere tutti gli operatori ed il tessuto imprenditoriale isolano”.

“Senza dimenticare – conclude Solinas – che la vera, grande sfida per la Sardegna resta quella di governare questo delicato momento di transizione del cabotaggio marittimo nel Mediterraneo per trovare un nuovo punto di equilibrio tra pubblico e privato, che passa necessariamente attraverso la dismissione condivisa della Tirrenia e dovrà rappresentare – conclude l’assessore – un netto miglioramento del servizio per i sardi sia in termini di quantità che di qualità”.

L’entrata in funzione della nuova tratta è programmata per giovedì 23 giugno. L’idea è quella di far viaggiare le famiglie a prezzi super scontati, fino ad un terzo in meno rispetto alle altre compagnie che praticano le stesse rotte.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da CBC

    103 biglietti su 5000 contatti non mi sembrano molti a dire il vero…..tantomeno un boom come scritto nell’articolo. I risparmi che si continuano a sbandierare sono fittizi. Si poteva parlare di risparmio e di vera concorrenza con le altre compagnie se il costo dei biglietti fosse stato come quello praticato sino a febbraio /marzo e comunque sino al momento dei problemi libici, che sono stati il paravento delle compagnie per il raddoppio dei prezzi con la storia del petrolio. Vera e propria fandonia, visto che il petrolio libico incide per meno del 2% sul fabbisogno nazionale. Inoltre nessuno ha pensato che le compagnie vogliano forse farci pagare a noi le devastazioni e le spese subite durante i viaggi di Lampedusa? Avete fatto caso nelle immagini dei tg che i traghetti utilizzati erano gli stessi che fanno linea x la Sardegna? Saranno illazioni, ma fanno pensare. E l’interpellanza parlamentare sull’aumento dei prezzi dei biglietti per la Sardegna che fine ha fatto? Ormai gli aumenti sono stati “digeriti”, così come tutte le accise che gravano sulla benzina e che non sono mai state tolte. Sarebbe meglio che invece di continuare a parlare e scrivere di questi biglietti sottocosto, faceste un’analisi un po’ più approfondita……