IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tpl, agevolazioni per gli utenti: da domani si viaggerà anche con il “biglietto argento”

Savona. Il Presidente di Tpl Linea, Maurizio Maricone, ha presentato, insieme all’associazione dei consumatori Assoutenti Liguria ed al suo presidente Gian Luigi Taboga, le variazioni che da domani (1 luglio) verranno introdotte al Sistema Tariffario TPL.

Il sistema Tariffario Integrato TPL si basa su una suddivisione del territorio provinciale in zone omogenee, coerenti tra di loro e contraddistinte da una diversa colorazione dove le diverse tariffe si calcolano contando il numero di zone che si attraversano compiendo il proprio percorso, comprese quelle di partenza e di arrivo. Ogni zona attraversata comporta uno scatto di tariffa. All’interno della zona è possibile muoversi in qualunque direzione ed è consentito spostarsi con più viaggi purché entro i limiti temporali previsti dal titolo di viaggio corrispondente.

Questo sistema comporta per chi si trova a risiedere in un comune a ‘confine di fascia’, di viaggiare con grande libertà dentro la propria zona, ma di sostenere il costo di uno ‘scavalco di fascia’ per recarsi in quel comune che si trova, magari a pochi chilometri, ma in un’area di diverso colore. Al fine di rendere un miglior servizio all’utenza, TPL con la collaborazione di Assoutenti Liguria, ha valutato positivamente la soluzione di introdurre un nuovo titolo di viaggio, un biglietto di colore argento, al costo di € 1,30 (come tutti i titoli di viaggio ‘di fascia’) della durata di 90 minuti (come gli altri), dedicato proprio a favorire lo spostamento fra quei comuni che, trovandosi a confine di fascia, determinavano la necessità per l’utente di acquistare un biglietto da € 2,10.

Il biglietto argento verrà messo a disposizione dell’utenza a partire dal 1 luglio 2011. L’elenco dei comuni interessati dal nuovo titolo di viaggio sarà a disposizione sul sito www.tpllinea.it, telefonando al numero verde 800 012727, presso le rivendite interessate e la Biglietteria aziendale di p.zza del Popolo a Savona.

“Per quanto riguarda le variazioni che interesseranno la validità degli abbonamenti mensili e settimanali – si legge in una nota – TPL comunica la necessaria, ancorché non voluta, decisione di tornare al passato, ristabilendo una validità degli abbonamenti sempre determinata dalla data del timbro sul tagliando, ma: per gli abbonamenti mensili, la timbratura effettuata entro il giorno 27 determina la validità dell’abbonamento nel mese in corso. La timbratura effettuata a partire dal giorno 28 determina la validità dell’abbonamento fino al mese successivo; per gli abbonamenti settimanali, l’abbonamento è valido nella settimana in cui viene timbrato fino alla domenica compresa”.

La validità degli abbonamenti mensili cambierà il 1 luglio 2011, quella degli abbonamenti settimanali cambierà il 1 agosto 2011 (con un mese di ritardo rispetto ai mensili per dare all’utenza la possibilità di avvicinarsi quanto più possibile alla data corretta di rinnovo dell’abbonamento mensile, ovvero il 20 luglio 2011). Inoltre, al fine di non penalizzare coloro che sono attualmente in possesso di un abbonamento mensile in scadenza fra il 5 e il 20 di luglio, TPL ha determinato di prolungare – per tutti gli abbonati – di una settimana la validità dell’abbonamento attualmente in loro possesso (esempio: abbonamento mensile in scadenza il 13 luglio. Validità concessa dall’azienda fino al 20 luglio. Acquisto di un settimanale fino al 27 luglio. Acquisto nuovo abbonamento mensile, in regola con le validità, il 28 luglio). In questo modo, con l’acquisto di massimo 2 settimanali, tutti gli utenti saranno in grado di riportarsi alla data del 28 luglio 2011, in cui acquistare il nuovo abbonamento mensile.

“Per la prima volta da quando presiedo questa società – ha detto Maurizio Maricone – mi trovo nella situazione di mandare alla nostra utenza un doppio messaggio con caratteristiche opposte. Se, infatti, è con piacere che annuncio l’introduzione di un nuovo biglietto agevolativo, nato dalla proficua collaborazione che si è instaurata con Assoutenti e il suo Presidente, volto ad incrementare ulteriormente le possibilità di viaggio per chi sceglie di spostarsi con TPL; è con grande dispiacere che, dall’altra parte, annuncio un ritorno ad un vecchio sistema di timbratura per gli abbonamenti. La scelta dell’azienda, un anno or sono, di lasciare libera la timbratura di settimanali e mensili in moda da garantire all’utenza di sfruttare al meglio questi due titoli di viaggio (potendo, ad esempio, saltare una festività, le vacanze scolastiche etc etc.) ci era parsa come un atto doveroso di oculatezza verso le necessità di risparmio delle famiglie e dei singoli in un periodo così economicamente difficoltoso come quello che stiamo attraversando. Lo avevamo fatto con l’intento di liberare le persone da vincoli di data e, non ultimo, dalle code presso i nostri sportelli di biglietteria. Oggi, purtroppo, siamo costretti a tornare indietro. I dati della controlleria ci dicono, purtroppo, che il’25% delle sanzioni elevate riguarda proprio abbonamenti non timbrati. Cioè persone che, pur utilizzando i mezzi pubblici, non timbrano il titolo di viaggio al primo utilizzo, come previsto ed obbligatorio, ma tentano di spostare avanti nei giorni la data della timbratura con la speranza di non incappare nel personale di verifica. Questo atteggiamento ha comportato per l’azienda un danno solo stimato, ma che se moltiplicato per tutti gli abbonamenti venduti, con una timbratura ritardata di 3,4 giorni su quello di inizio previsto, rappresenta una cifra simile a € 300.000/anno di mancati introiti. Ecco perché questa comunicazione è particolarmente difficile, perché credo che TPL, pur senza perdere di vista i suoi bilanci, abbia sempre cercato di introdurre politiche a favore dell’utenza. Il nuovo biglietto argento né è un’ulteriore prova concreta. Oggi è costretta a fare un passo indietro. Ci scusiamo con quegli utenti che, in regime di validità solare o da calendario, hanno sempre timbrato puntualmente il loro abbonamento”.

“Il concetto di sussiediarità – ha detto Gian Luigi Taboga, Presidente onorario Assoutenti – vede protagonisti in prima persona i cittadini/consumatori e le associazioni che li rappresentano, autotutela e responsabilità devono trovare adeguato equilibrio, anche se faticoso, nel rispetto degli interessi generali e diffusi. Il traguardo raggiunto con TPL Linea grazie alla stesura di una ” Carta dei Servizi” all’avanguardia per la tutela dei consumatori, entrata recentemente in vigore, e il superamento di una penalizzazione degli utenti di alcune località confinanti (ad esempio Borghetto S.S. – Loano) ci spronano a continuare la nostra azione individuando di volta in volta temi sensibili e di maggiore interesse, proponendo soluzioni adeguate e realizzabili anche alla luce di momenti indiscutibilmente difficili. ASSOUTENTI chiede comunque la cortese disponibilità degli utenti ed una collaborazione costante, proponendo e sostenendo l’utilizzo del mezzo di trasporto pubblico rispetto a quello privato. Il tempo esasperato dell’ io é trascorso, dobbiamo riscoprire il noi anche per garantirci il sacrosanto diritto ad una mobilità fatta di tempi brevi, confortevole ed economica, Buon viaggio a tutti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Marco Vruna
    Scritto da Marco Vruna

    in zona legino vicino alla OPEL autoquadrifoglio per intenderci…non ci sono rivendite di biglietti per il bus…io dovenvo andare in centro è l’unico mezzo di trasporto pubblico più vicino era il bus…salgo e l’autista mi fa pagare il doppio…ed io ma come è possibile non ci sono rivendite nelle vicinanze…e lui….funziona così….nel mentre com me salgono 7 persone di altre nazionalita che non timbrano il biglietto (sicuramenti abbonati…) Povera ITALIA! Tpl….spero che prima o poi si liberalizzi anche questo servizio!