IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tirreno Power, la Regione riattiva il confronto: nuovo incontro martedì

Vado Ligure. Nuovo incontro tra Tirreno Power e Regione Liguria sul progetto di ampliamento della centrale di Vado. La dirigenza della soscietà energetica, attraverso Giovanni Gosio, aveva chiesto che si stringessero i tempi dopo aver “pazientato” per il passaggio della tornata elettorale. Si tratterà però di una riunione squisitamente tecnica, con gli esperti incaricati dalla Regione e lo staff di TP che si confronteranno martedì prossimo, 14 giugno, senza delegazioni politico-istituzionali.

Tirreno Power è pronta ad investire 1 miliardo e 200 milioni per la costruzione del nuovo gruppo da 460 MW e l’abbattimento ed il rifacimento integrale dei gruppi esistenti da 330 MW. La sostituzione dei due gruppi obsoleti con altri due costruiti utilizzando la stessa tecnologia adottata per il nuovo gruppo (USC – Ultra Super Critica), permetterà di raggiungere risultati ambientali migliori rispetto a quelli ottenibili con l’applicazione dell’AIA (Autorizzazione di Impatto Ambientale) ai gruppi da 330, determinando un’ulteriore abbattimento delle emissioni del 40%. Altri 200 milioni andranno nel settore delle rinnovabili, con 180 MW da realizzare in vari filoni, dall’eolico al fotovoltaico alle biomasse.

La Regione Liguria aveva chiesto la sostituzione dei due gruppi esistenti con un solo gruppo, mentre Tirreno Power ha risposto accogliendo le prescrizioni ma con modalità realizzative diverse: sostituzione integrale dei due gruppi esistenti, dei quali saranno utilizzati soltanto le fondazioni e le carpenterie esistenti che non incidono sulle condizioni ambientali. La società ha dato garanzie che il progretto termo-elettrico, contestato da frange di comitati locali, sarà adeguato ai limiti di immissioni richiesti dalla Regione. Tra gli altri interventi previsti, la copertura del carbonile e realizzazione a carico dell’azienda di una nuova rete di monitoraggio ambientale con centraline gestite dal settore pubblico, ma anche un osservatorio specifico di monitoraggio ambientale coordinato dal Ministero della Sanità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Enrique

    Non sempre, sempre, ma sempre più spesso. Insomma quando puo’.

  2. Scritto da Pab31

    Sono contento che Sabato pomeriggio moltissime persone non abbiano seguito Marta C. al mare, ma fossero in piazza a dire basta carbone nella nostra provincia.
    Speriamo ora che, a quello che ha detto il sindaco Berruti, seguano i fatti!!!

    PS: anche IVG era al mare con Marta C.?

  3. Scritto da Marta C.

    Speriamo sia la volta buona.
    Poi chi vuole tenersi i gruppi vecchi faccia pure.
    Per la cronaca Sabato io saro’ al mare.

  4. Scritto da Pab31

    Sabato Ore 16.30 sarò in piazza Sisto IV a protestare contro ampliamento.

    PS: complimenti a IVG per l’ennesimo articolo a senso unico!!! Siete diventati scandalosi!!!