IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Squash, Andrea Cannizzaro è campione italiano II Categoria foto

Vado Ligure. Lo Sporting Milano3 ospita i nazionali di II Categoria che vede l’adesione di ben 29 iscritti. Il nome di spicco è quello di Andrea Cannizzaro dello Squash Vado Ligure, autentico mattatore della stagione, che vanta numerosi tornei vinti e per forma e forza fisica sembra al momento invincibile. Ma lo squash è anche uno sport di testa e i suoi più acerrimi avversari sperano in un suo calo di concentrazione per sferrare il colpo decisivo che lo ponga al di fuori dei giochi, ma ora vediamo in breve gli sviluppi degli incontri.

Turno di qualifiche e antico scontro tra Gianluca Guidotti e Nasar Heshan, vinto dal primo per 3 – 0; Alessandro Rettore da Alessandria batte Fabio Carroli , giocatore locale, per 3 – 2 al quinto game con parziali di 15 – 13, 7 – 11, 10 – 12, 12 – 10, 11 – 3. Danio Bazzea, in splendida forma, batte 3 – 1 Marco Scibilia. La prima sorpresa è data da Filippo Cazzola di Cadrezzate che batte a sorpresa Teodorico Frongillo dello Squashman
Milano per 3 – 0.

Primo turno e stop ai sogni di Guidotti e Cazzola rispettivamente contro Marco Portinaro del Torino Squash e Fabio Cattacin del BST Como. Anche la corsa di Morini si ferma contro il bolzanino Marco Fato; Bazzea sorprende e demolisce fisicamente un ottimo Cosimo Lecce vincendo per 3 – 1 con parziali da brivido nei primi tre game: 12 – 10, 9 – 11, 11 – 9, per poi controllare lo stanchissimo Lecce nel quarto gioco. Infine ricordiamo la bellissima vittoria del grande “guru” dello squash ovvero Amedeo Bianchetti che al quinto game con l’incredibile punteggio di 12 – 10 ha la meglio su un ottimo Rettore.

Secondo turno e Adolfo Pavesi batte Simone Lusini per 3 – 0; Luca Pelucelli il “presidentissimo” incontra la testa di serie numero 2 ovvero Massimo Corso del Millenium Brescia che vince per 3 – 1. Entrata in scena di Cannizzaro che regola agevolmente Cattacin per 3 – 0. Questa volta, causa anche acciacco fisico, il “vecio” Amedeo nulla può contro un ottimo Danilo Barra che simpone per 3 – 1, così come Gianluca Battaggia contro Stefano Tognetti. Alberto Rossi, mitico “panda” per tutti, mette fine ai sogni di Bazzea battendolo per 3 – 1; infine bella partita tra la potenza di Stefano Scarioni di Magenta, numero 4 del tabellone, e la tecnica di Portinaro. L’incontro si trascina fino al quinto game dove la spunta il torinese.

Siamo arrivati ai quarti e in questo incontro Portinaro dopo aver sudato nel primo game vincendo per 13 – 11 piega le resistenze di Rossi vincendo gli altri due giochi; Battaggia contro Barra, l’incontro è incerto e se lo aggiudica quest’ultimo per 3-  1. Ora sono di fronte Corso e Fato e le partite sono uno spettacolo, più tecnico il bresciano, più irruento il suo avversario. Si arriva al quinto dove la spunta Fato. Ultimo quarto tra Cannizzaro, il rullo compressore e il pragmatico Pavesi; nel primo game nulla da dire, il vadese vince agevolmente e tutti i presenti, interessati per ovvi motivi, pensano che non vi sia più nulla da dire per Pavesi e invece con un gioco a dir poco perfetto riesce nell’impresa di vincere due game. Bordo campo ora assiepato, la notizia si è sparsa tra i giocatori, che vi sia una sorpresa a dir poco clamorosa è l’interrogativo che tutti si pongono. Cannizzaro, memore delle proprie precedenti imprese, prende in mano la situazione e macinando il suo gioco pareggia le sorti dell’incontro. Tutto si deciderà nel quinto game; partita equilibratissima che giunge fino al 6 pari, poi 8 pari, poi 10 – 8 per Canizzaro, 10 – 9 e infine con urlo liberatorio: 11 – 9 per lui, il superfavorito Cannizzaro, che però a visto quasi crollare ad un certo punto i suoi sogni di gloria, ma prontamente si è ripreso approdando alle semifinali del 29 maggio.

Nella finale per il quinto posto Pavesi e Battaggia vogliono lasciare il segno in questa manifestazione e colpo su colpo arrivano al quinto game dove alla fine la spunta Pavesi. Nella finale per il nono ecco il sorprendente Bazzea contro Tognetti; partita nervosa e anche fisica che alla fine vede prevalere per 3 – 1 Bazzea. Nella finale per il 17°: Mauro Vacchi del Bolzano squash affronta Guidotti e vince l’incontro per 3 – 0. Nella finale per il 23° tra i perdenti le qualifiche vede di fronte Frongillo e Carroli; partita intensa che giunge sino al quinto game dove la spunta Frongillo.

Semifinali: Marco Fato da Bolzano contro il giocatore locale Danilo Barra, molto migliorato ultimamente, il cui allenatore corrisponde al nome di Marco Vercesi, un nome una garanzia, cerca l’exploit della vita. Primo game e subito Fato mette in chiaro le cose partendo bene e sempre in vantaggio controlla il suo avversario e vince per 11 – 7. Nel secondo gioco Barra tenta di tenere il passo del bolzanino ma non vi riesce e perde per 11 – 8. Nel terzo parziale Barra sembra svuotato di energie e subisce un secco 11 – 2 che porta meritatamente Fato in finale.

Nella seconda semifinale troviamo il superfavorito Andrea Cannizzaro autentico “cannibale” e “pirata” di II Categoria, plurivincitore in stagione al quale si contrappone il più tecnico Marco Portinaro da Torino. Primo game e partenza a razzo del ligure che s’impone per 11 – 5. Secondo gioco e ancora vittoria del vadese, anche se risicata per 11 – 9. Nel terzo parziale Cannizzaro rallenta un po’ la velocità del suo gioco e Portinaro ne approfitta subito vincendolo e recuperando in parte le sorti. Quarto game e ancora partenza sparata di Cannizzaro che poi controlla il ritorno del suo avversario e vincendo per 11 – 7 raggiunge la finale, la sua finale tanto attesa.

Nella finale per il terzo posto Barra vuole salire sul podio, lo vuole a tutti i costi, osservato da parenti e amici non li vuole deludere. In contrapposizione Portinaro vuole dire la sua e allora primo gioco intenso che vede sempre Barra in vantaggio fino all’11 – 8 finale. Secondo game e stesso andamento e quindi 2 a 0 per Barra. Nel terzo e quarto parziale Portinaro, sempre bello a vedersi nel suo gioco tecnico, riesce a recuperare e a portarsi sul due pari. Quinto game e leggero vantaggio di Barra che lo mantiene fino alla fine e vincendo il gioco coglie una meritata
vittoria finale.

La finalissima è Cannizzaro – Fato, ovvero uomo di mare contro uomo di montagna, con i favori del pronostico per il primo, ma è una finale e tutto potrebbe accadere. Primo game e prima grande battaglia che termina col risultato di 12 – 10 per il ligure. Nel secondo gioco Cannizzaro è molto falloso e perde nettamente per 11 – 4. Terzo parziale e partita più equilibrata ma che Cannizzaro vince per 11 – 7. Quarto game col ritmo tenuto sempre alto da parte di Cannizzaro al quale Fato non sa rispondere e con un secco 11 – 4 la vittoria arride al suo avversario come da pronostico. Cannizzaro corona così una stagione agonistica indimenticabile con la vittoria più bella.

Premiazioni rituali a fine manifestazione e foto dei vincitori di ogni categoria tutti insieme, indossando la magica maglia di numero 1 dei nazionali individuali Csain Assi 2011.

La classifica del torneo:
1° Cannizzaro Andrea (Vado Ligure Squash)
2° Fato Marco (Squash Club Bolzano)
3° Barra Danilo (Sporting Milano3)
4° Portinaro Marco (Torino Squash Team)
5° Pavesi Adolfo (Sporting Milano3)
6° Battaggia Gianluca (Magenta Squash)
7° Corso Massimo (Millennium Brescia)
8° Rossi Alberto (BST Como)
9° Bazzea Danio (Magenta Squash)
10° Tognetti Stefano (Squashman Milano)
11° Lusini Simone (Active Multisport Pavia)
12° Morini Roberto (Sporting Milano3)
13° Scarioni Stefano (Magenta Squash)
14° Pelucelli Luca (Clod Milano)
15° Bianchetti Amedeo (Millennium Brescia)
16° Cattaccin Fabio (BST Como)
17° Vacchi Mauro (Squash Club Bolzano)
18° Guidotti Gianluca (Magenta Squash)
19° Rettore Alessandro (Pianeta Alessandria)
20° Cazzola Filippo (Cadrezzate Fitness Club)
21° Lecce Cosimo (Selmart Monza)
23° Frongillo Teodorico (Squashman Milano)
24° Carroli Fabio (Sporting Milano3)
25° Scibilia Marco (Squash Club Bolzano)
26° Nasar Hesham (Squashman Milano)
27° Spaggiari Mario (Living Wellness Garbagnate)
28° Morabito Maurizio (Jedi Squash Milano)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.