IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scuola, Rossetti: “Polo ingauno di difficile realizzazione. Quarto Its a Savona”

Savona. Il futuro formativo degli studenti savonesi è stato al centro dell’incontro tra il presidente della Provincia, Angelo Vaccarezza, e l’assessore regionale all’Istruzione, Sergio Rossetti. Un’occasione, questa, per fare il punto sulla realtà scolastica savonese, alla luce della riforma Gelmini.

“Abbiamo discusso sul cosiddetto dimensionamento, dobbiamo definire l’offerta formativa affinchè i ragazzi possano scegliere il meglio per il loro futuro – ha detto Rossetti – Con la Provincia abbiamo condiviso l’idea che i poli scolastici vadano sostenuti. Alcuni, però, non trovano al momento tutte le condizioni necessarie per essere realizzati: penso al polo di Albenga, un progetto complesso e ora di difficile attuazione. Oggi dobbiamo definire l’offerta formativa stabile: abbiamo raggiunto un accordo col Ministero perché a Savona nasca il quarto Its ligure”.

“L’Its è una fondazione che comprende aziende, province, istituti tecnici, enti di formazione e università – spiega l’assessore regionale – E’ una fondazione in cui la Regione non può entrare per legge ma a cui riconosce dei contributi. Ora in Liguria ce ne sono tre. A Savona è nata l’esperienza di un polo, il Ministero lo riconosce e, una volta partito, come Regione potremo riconoscerlo. Sono in particolare le aziende a chiederlo: si tratta non di un corso universitario ma di un post diploma di tre anni che dà agli studenti le competenze necessarie per sviluppare quelle professionalità richieste dalle stesse imprese coinvolte nel progetto. In Italia ci sono 58 Its. Oggi, il percorso liceo-laurea, non è detto che sia quello vincente per entrare nel mondo del lavoro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da svullo

    @ HI-TECH come insegnante so benissimo di chi è la competenza sull’edilizia scolastica e cmq in un anno come Assessore competente Rosy Guarnieri non ha fatto il “miracolo” che non era riuscito alle precedenti amministrazioni provinciali, che per più legislature sono state in mano al centrosinistra!!! Mi dichiaro sempre disposto a discutere con chiunque a patto che abbia il coraggio di firmarsi!!

  2. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    SVULLO@ ..forse non sai che l’edilizia scolastica è competenza della Provincia e la Guarnieri fu assessore proprio all’edilizia scolastica….:-)

  3. Scritto da 3106907

    Qualche anno fa mi ero emozionato, quando erano usciti i progetti del polo scolastico ingauno, pensando che un domani i miei figli potessero andare in un posto del genere, invece di andare in delle strutture in prefabbricato o antiquate, come sono ora le scuole di Albenga. Però io continuo ad avere dei dubbi. L’assessore regionale dice che il progetto dei poli deve essere portato avanti, e questo che era già stato finanziato ora è stato cancellato dalla Regione. Vergogna!!! Poi il depuratore ingauno (che visto che ingauno dovrebbe essere in ingaunia, ad Albenga e non a Borghetto o Villanova) che anche lui è fermo con le 4 frecce. Il porto di Albenga, una struttura aspettata per tanti anni e cancellata qualche mese fa sempre dalla Regione; l’Albenga-Predosa è un’opera indispensabile ma anch’essa è ferma con le 4 frecce. E in tutto questo chi potrebbe dare una mano allo sviluppo (a portare avanti i progetti) di Albenga? Vaccarezza…!! ops… si è dimenticato che la sua poltrona la deve ad Albenga! Sdegno e Vergogna!

  4. Scritto da svullo

    E bravo assessore, sono anni che si parla del polo scolastico ad Albenga e adesso viene fuori che la sua realizzazione appare difficile, forse perchè ad Albenga è cambiata finalmente la giunta comunale?