IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scontro Regione-Trenitalia su Arenaways e “Carta Treno”, Vesco: “Tuteleremo gli utenti”

Liguria. “Di fronte alla posizione espressa dall’amministratore delegato di Trenitalia Moretti, che minaccia di interrompere la Carta Tutto Treno e di rescindere l’estensione ai treni regionali della validità degli abbonamenti mensili EsCity e IC, la Regione si riserva di tutelare nelle sedi opportune gli interessi degli utenti del servizio del trasporto regionale”.

L’assessore ai trasporti della Regione Liguria, Enrico Vesco esprime “stupore e rabbia” di fronte alle posizioni assunte da Trenitalia per l’arrivo in Liguria del treno del mare di Arenaways che da oggi fino a settembre effettuerà un collegamento giornaliero Torino Livorno passando per le Cinque Terre. “Respingiamo – dice l’assessore Vesco – ogni considerazione effettuata da Trenitalia attraverso il direttore regionale, Melloni e ribadiamo che le motivazioni espresse per rescindere l’accordo con la Regione Liguria sono infondate, in quanto prevedono che ci siano sostanziali modifiche nell’offerta dei servizi ferroviari con un impatto sul contratto di servizio che invece non avviene in quanto il treno dei privati non è assimilabile agli attuali servizi regionali e interregionali offerti da Trenitalia, come confermato dall’ufficio per la regolamentazione del traffico ferroviario”.

“Inoltre – continua Vesco – l’accordo citato da Trenitalia del dicembre 2008 è stato successivamente assorbito dal contratto di servizio 2009-2014 col quale Trenitalia si è impegnata a garantire la validità della Carta Tutto Treno fino a tutto il 2014 attraverso risorse finanziare stanziate dalla Regione Liguria che non sono mai venute meno, come ho sottolineato ieri nel corso di un’assemblea con pendolari e consumatori”. Secondo l’assessore ai trasporti della Regione Liguria non vi sarebbero dunque le condizioni per rescindere la Carta e recedere dall’accordo “in quanto tutto ciò apporterebbe una sostanziale modifica al contratto di servizio stesso che lo potrebbe renderlo nullo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.