IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, popolazione: famiglia media di due persone

Più informazioni su

Savona. Al 31 dicembre 2010 risiedevano in provincia di Savona 287.906 persone, con un incremento rispetto all’anno precedente di 591 unità (+0,21% contro lo 0,5% dell’Italia), dovuto esclusivamente al saldo migratorio. La popolazione maschile era di 137.116 abitanti (+ 271 sul 2009) e quella femminile di 150.790 (+320), pari rispettivamente al 47,6% e al 52,4% del totale.

Il movimento naturale della popolazione, infatti – peraltro ormai da decenni – è negativo. In particolare, nel 2010 sono nati 49 bambini in meno e i decessi hanno subito una flessione di 188 unità.

I neonati vivi sono risultati 2.070, di cui 1.090 maschi e 980 femmine (nei confronti dell’anno precedente 20 maschi in più e 69 femmine in meno); nello spesso periodo sono morte 3.606 persone (di cui 1.699 di sesso maschile e 1.907 di sesso femminile. Pertanto, il saldo naturale, dato dalla differenza tra nati e morti, è risultato negativo di 1.536 unità.

Le famiglie anagrafiche erano complessivamente 142.756, ovvero 1.372 in più sul 2009, pari ad un incremento dello 0,97 per cento; il numero medio di componenti per famiglia è sceso a 2 contro il 2,02 del 2009. Resta il fatto che la popolazione residente in famiglia è in continuo aumento: + 606 unità nel corso del 2010 (+0,21%), talchè al 31 dicembre 2010 raggiungevano le 286.131 persone, di cui 136.561 maschi e 149.570 femmine.

La quota di stranieri sul totale della popolazione residente è pari al 7,1%. Nel corso del 2010 sono state iscritte in anagrafe 2.278 persone provenienti dall’estero; il loro numero è diminuito di circa 69 unità rispetto a quello del 2009. Le iscrizioni sono da attribuirsi prevalentemente alle donne (1.252), essendo stata la componente maschile risultata di 1.026 unità. Da rilevare, in proposito, il grosso apporto degli stranieri al ringiovanimento della popolazione, se è vero che, nel loro ambito, giusto nella classe fino ai 15 anni d’età pesano per l’11 per cento, mentre in quella successiva, dai 16 ai 29 anni, la percentuale d’incidenza supera il 15 per cento.

Le cancellazioni dalle anagrafi di persone residenti in Italia trasferitesi all’estero ammontavano a 445 unità, circa 40 in più rispetto allo scorso anno. Nel corso del 2010 i trasferimenti di residenza interni hanno coinvolto 9.414 persone.

Infine, da una disamina a livello territoriale, risulta che negli 8 comuni della provincia con popolazione superiore ai 10 mila residenti si contavano 159.899 abitanti, pari al 55,5 per cento del totale. Nel complesso, in questi comuni si registra un incremento di popolazione rispetto all’anno precedente pari a 321 unità. In termini percentuali l’aumento è dello 0,2%, crescita, dato poco inferiore a quello della provincia nel suo insieme. In particolare, tra il 31 dicembre degli anni 2009 e 2010, è il comune di Loano ad aver conseguito il risultato migliore (+1,57%), seguito da Albenga (+0,53%), Alassio (+0,31%). Pressoché stazionario Savona capoluogo (+0,09%). In flessione i restanti 4, ovvero Albisola Superiore, Cairo Montenotte, Finale Ligure e Varazze.

In ambito regionale, premesso che il tasso di natalità in Italia è stato pari al 9,3 per mille nel 2010 e si presenta come il valore più basso dell’ultimo decennio, da evidenziare la posizione della Liguria che denuncia il valore minimo di 7,4 nati per mille abitanti contro il massimo di 10,4 per mille della provincia autonoma di Bolzano. Analogo quadro nel tasso di mortalità: varia da un minimo di 7,7 per mille nella provincia autonoma di Bolzano ad un massimo di 13,3 per mille in Liguria. Per quanto concerne poi le famiglie anagrafiche (25 milioni e 190 mila circa in Italia), nel numero medio di componenti per famiglia, pari nel Paese a 2,4, il valore minimo di 2,0 lo si riscontra ancora in Liguria.

Una regione, la nostra, che nel corso dei dodici mesi del 2010 ha denunciato un aumento della popolazione residente pari allo 0,05 per cento, che in valori assoluti vale 802 abitanti in più, dovuto all’incremento delle due province del Ponente (+ 763 di Imperia e + 591 di Savona) contro le diminuzioni di La Spezia (-90) e soprattutto di Genova (-462).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.