IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona: mostra di ceramica e pittura del XX secolo

Savona. La pittura e la ceramica ligure del XX secolo, come consuetudine da tre anni, saranno le protagoniste di una mostra che si terrà a Savona presso le sale espositive di “Gulli Tappeti” in Via Montenote 83/85 r.

Dal 11 giugno e fino al 17 settembre, il sottile legame storico ed artistico che lega questi due generi artistici consentirà ad appassionati o semplici neofiti di ammirare una serie di opere di grande importanza. L´obiettivo è quello di creare una sinergia magica e irripetibile, tra questi due mondi che hanno viaggiato di pari passo, mantenendo sempre proprie peculiarità.

“Gulli Tappeti” con questa mostra, programmata nell´ambito di un intenso percorso di promozione delle vicende artistiche liguri del Novecento e del nuovo millennio, intende offrire un contributo originale e importante all´approfondimento critico e alla considerazione storica sulle trasformazioni intervenute nell´ultimo secolo nei modi con cui la visione e l´estetica hanno affrontato il tema della pittura, della scultura e della ceramica. Pur concentrando l´interesse in ambito locale, lo spazio della mostra diventa l´occasione per rivedere, studiare, in qualche caso riscoprire, opere e artisti che hanno operato all´interno del tessuto figurativo ligure e, anzitutto, savonese.

Nella mostra “Pittura e Ceramica ligure del XX secolo” saranno esposti nomi risonanti con opere in permanenza e con nuove proposte: Agostani, Benech, Bertagnin, Berzoini, Bonfiglio, Bossi, Cabiati, Caldanzano, Collina, Galbiati, Ghersi, Martinengo, Martini, Mazzotti, Morelli, Nencioni, Peluzzi, Resio, Rabbia, Ravano, Sabatelli, Salino, Sassu, Scanavino, Virio e altri.

I soggetti che si potranno ammirare nei dipinti sono molteplici: dai paesaggi campestri o boschivi, con nevicate e giornate nebbiose, alle marine impetuose o sonnolente con gozzi arenati sulla spiaggia; dagli animali imbizzarriti, umoristici o da cortile, alle figure umane baldanzose o ironiche di suonatori e danzatori, ai classici ritratti di persone comuni di Liguria che ricordano momenti di vita vissuta. Nelle più svariate tecniche: dal carboncino al pastello, dall´acquarello all´olio, su tele, tavole, carta e cartoncino.

Nelle ceramiche invece gli stili si amalgamano, si susseguono, a seconda delle fornaci e delle zone di manifattura in un rincorrersi e scambio di artisti che hanno lavorato per l´una o l´altra fabbrica di ceramica. Dal vaso in stile classico a quello in stile decò, dalla scultura in ceramica di un gallo cedrone, alla raffinata bagnante con cappellino sullo scoglio, ai piatti con decori celesti con putti angelici o amorini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.