IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, le Fiamme Gialle festeggiano 237 anni e “danno i numeri” sui primi risultati dell’anno

Savona. In occasione del 237° anniversario della fondazione del Corpo della Guardia di Finanza, celebrato oggi a Genova, sono stati diffusi i dati di consuntivo dell’attività operativa condotta nei primi cinque mesi del 2011 dai reparti del Comando Provinciale di Savona. In questo inizio di 2011 è stato dato particolare impulso all’attività di contrasto all’evasione fiscale, nei settori del sommerso d’azienda e del sommerso da lavoro.

In questi contesti, i militari della provincia di Savona hanno finora portato a termine 350 interventi tra verifiche e controlli, segnalando agli uffici finanziari circa 30 milioni di euro da recuperare a tassazione ai fini delle imposte sui redditi e contestando violazioni per circa 6 milioni di euro in materia di IVA. Sono stati finora scoperti 33 evasori totali e 6 paratotali. Una particolare attenzione, in questi primi mesi dell’anno, è stata dedicata anche al fenomeno degli affitti “in nero”, sviluppando una cinquantina di controlli che hanno portato all’emersione di circa 250 mila Euro sottratti a tassazione, tra imposte sui redditi ed imposta di registro.

Nella prima parte dell’anno inoltre sono già stati individuati 52 lavoratori irregolari, di cui 40 completamente “in nero”. Sono stati poi effettuati oltre 2.900 controlli per verificare il corretto rilascio di scontrini e ricevute fiscali, rilevando omissioni in circa il 21% dei casi. Particolarmente incisiva è risultata l’azione nel settore degli stupefacenti, sviluppata con il sequestro di circa 79 chili di cocaina e poco meno di 7 chili tra hashish e marijuana, pervenendo all’arresto di 7 persone per reati connessi al traffico ed allo spaccio di tali sostanze; 25 soggetti sono stati inoltre segnalati in via amministrativa alle competenti Prefetture, in qualità di assuntori.

I controlli nel comparto della spesa pubblica hanno finora consentito di individuare 35 soggetti che beneficiavano di prestazioni sociali agevolate senza averne diritto. Gli stessi sono stati deferiti a piede libero alla Procura della Repubblica di Savona, a vario titolo, per falso e truffa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.