IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, furto alla cripta del Santuario: indagini dei carabinieri

Più informazioni su

Savona. Sono in corso indagini da parte della Compagnia Carabinieri di Savona per risalire al furto perpetrato nella cripta del Santuario, dove ignoti, nella giornata di ieri, hanno asportato due antiche lampade in olio (ora modernizzate elettricamente) situate ai muri laterali rispetto alla statua della Madonna. I ladri hanno agito durante l’orario di apertura del Santuario, senza essere visti. Semplice asportare le due lampade e poi darsi alla fuga indisturbati.

Una volta ricevuta denuncia del furto sul posto sono intervenuti i militari che hanno svolto i rilievi e avviato subito gli accertamenti: al vaglio le immagini delle telecamere piazzate esternamente al Santuario, che potrebbero fornire elementi utili per risalire ai responsabili.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo Rebagliati

    Forse sarebbe stao necessario provvedere un sistema di allarme o con poche miglia di Euro un sistema di videosrveglianza: peccato che non ci abbia pensato nè l’Ente ecclesiastico nè la proprietà, cioè le Opere Sociali: Si spendono tanti denari per cose inutilie non si pensa di proteggere il patrimonio storico artistico della nostra città E’ un male comune! ma qulle lampade non ci sono più e Savona risulta più povera ancora una volta.
    A Noli a suo tempo avevo provveduto al sistema di videosorveglianza per S. Paragorio, la Cattedrale e la Sagrestia dove era mia intenzione esporre il tesoro della Cattedrale. I beni, è la mentalità chiusa dei savonesi, è meglioo tenerli nascosti in armadi blindati, piuttosto che proteggerli e metterli a disposizione dei visitatori: Spesso quando ero responsabile diocesano dei Beni Culturali Ecclesiastci, ho sottolineato l’importanza di tali opere esposte al pubblico anche per realizzare una bellissima catechesi, ma ci si crede ancora a questa potenzialità che hanno in se le cose belle del passato? Carlo Rebagliati